Bonus Bebè 2015: le nuove regole di reddito

Cambiano le regole per l'accesso al Bonus Bebè: nuove soglie d'accesso e contributo INPS raddoppiato per i meno abbienti.

La Legge di Stabilità 2015 ha introdotto nuove “Misure per la famiglia” (articolo 12 del Ddl Stabilità), tra le quali anche il Bonus Bebè: un assegno di importo annuo di 960 euro erogato mensilmente (circa 80 euro al mese) per ogni figlio nato o adottato a decorrere dal 1° gennaio 2015 fino al 31 dicembre 2017. L’assegno verrà corrisposto a decorrere dal mese di nascita o adozione e fino al terzo anno di vita.

=> Bonus Bebè: contributo con richiesta INPS

Nuovi requisiti d’accesso

Per quanto riguarda i requisiti di accesso al Bonus, un emendamento alla Legge di Stabilità depositato in commissione Bilancio alla Camera ha cambiato le regole, definendo nuove soglie di accesso al beneficio e un assegno raddoppiato per le fasce di reddito più basse. Nel dettaglio:

  • potranno accedere al Bonus Bebè i genitori il cui valore dell’indicatore ISEE non superi i 25mila euro;
  • se l’ISEE è inferiore ai 7mila euro il Bonus Bebè raddoppia.

=> Bonus Bebè per nascite e adozioni

Da sottolineare che si tratta di una proposta e che per conoscere i requisiti definitivi e le modalità di accesso al Bonus Bebè bisognerà tuttavia attendere la versione finale del Disegno di Legge di Stabilità 2015.

X
Se vuoi aggiornamenti su Bonus Bebè 2015: le nuove regole di reddito

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy