Tratto dallo speciale:

Certificazioni DURC: l’email INPS è un malware

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Attenzione, circolano finte email INPS legate al DURC, contenenti malware: ecco come riconoscerle.

Con una nota stampa l’INPS informa i contribuenti che in questi giorni è in corso una campagna di diffusione di malware (programma malvagio o codice maligno/nocivo) tramite email apparentemente inviate dall’Istituto relative alle certificazioni DURC e inviato, invece, da degli hacker. Attenzione quindi ad eventuali comunicazioni provenienti dall’indirizzo email “da supporto@inps.gov.it” e in più in particolare all’allegato: un file .ZIP contenente il file con l’infezione virale.

=> Regolarità contributiva e DURC: i servizi INPS online

Le uniche email da prendere in considerazione, ravvisa l’INPS, sono quelle relative alle certificazioni DURC che siano state inviate tramite la casella PEC (Posta Elettronica Certificata), ovvero dall’indirizzo “@postacert.inps.gov.it”  e che riportano in allegato solo documenti PDF. L’INPS non invia infatti alcuna comunicazione tramite posta ordinaria, né tanto meno allega file in formato .ZIP via posta elettronica. Il consiglio generale è di non aprire l’allegato riportato in tali email e di verificare che l’email ricevuta abbia tutti gli elementi di autenticità di una PEC.

=> PEC e sicurezza legale nelle comunicazioni telematiche

Riassumendo per evitare qualsiasi tipo di problema:

  • evitare di aprire email provenienti dall’indirizzo di posta elettronica “supporto@inps.gov.it”, soprattutto se hanno in allegato file .ZIP;
  • verificare che la documentazione DURC sia inviata dall’indirizzo PEC “@postacert.inps.gov.it”.

I Video di PMI