Smartphone: sistemi operativi a confronto: iOS, Android, Windows Phone 7, Symbian, BlackBerry e WebOS

di Filippo Vendrame

scritto il

L’arrivo del nuovo S.O. per smartphone Windows Phone 7 di Microsoft, ha rimescolato le carte in un settore da anni in costante fermento ed ha riproposto l’eterno dilemma: “qual è il miglior sistema operativo per uno smartphone ad uso professionale e personale?“.

Una risposta univoca è difficile darla, perché alla fine ciascun utente può costruirsi il proprio ecosistema fatto di applicazioni ed utility, e spesso è la fedeltà  a un brand a fare la differenza. Ma cerchiamo, comunque, di mettere a confronto i più popolari OS del momento.

Non possiamo non partire da iOS di Apple che ha il merito di aver dato il via alla rivoluzione del settore mobile. Veloce, facile e stabilissimo è dotato di un ecosistema di applicazioni davvero ampio, ma è un po’ troppo chiuso e poco personalizzabile. Le lacune vengono colmate di anno in anno, ma la stabilità  della piattaforma hardware permette di realizzare applicazioni complete e spesso vincenti. Probabilmente è il miglior compromesso oggi sul mercato.

Suo grande rivale è Android di Google, un S.O. molto interessante, forse non ancora maturo come iOS ma preferito dalle community per il suo lato open source. Tuttavia, molti sviluppatori non concordano sulla maggiore apertura di Android, in quanto il rilascio sorgenti delle nuove versioni del S.O. avviene solo a ridosso del lancio, vanificando le possibili “collaborazioni”.
Allo stesso tempo, Android risulta ampiamente personalizzabile, ma l’estrema varietà  di piattaforme hardware e software ne limitano le potenzialità , sopratutto a livello di ecosistema. Le applicazioni, per quanto numerose, non sempre brillano per efficacia.

Windows Phone 7 è il nuovo arrivato, un S.O. che segna una profonda discontinuità  con il vecchio Windows Mobile di Microsoft. Concettualmente nuovo, non cerca di copiare iOS ed è sicuramente degno di interesse. Microsoft ha scelto una strada interessante per evitare un’eccessiva frammentazione dell’hardware. Per non cadere nei problemi di Android ha di fatto “obbligato” i produttori ad utilizzare un hardware molto simile per i loro device.

Tuttavia il S.O. è ancora troppo giovane, le mancanze rispetto ai diretti rivali sono ancora numerose e il market delle applicazioni è al momento scarno. Se Windows Phone 7 riuscirà  ad avere successo solo il tempo ce lo saprà  dire.

Symbian cioè Nokia continua a perdere terreno, questo S.O. non riesce più a stare al passo con le richieste degli utenti. Se Nokia vorrà  tornare ad offrire un prodotto davvero competitivo dovrà  tentare il tutto per tutto con la carta MeeGo.

RIM e il suo BlackBerry rappresentano un mondo a parte. Stesso S.O. ma offerto su diverse piattaforme hardware sempre connesse al mondo RIM. Con la nuova versione 6 si sta tentando la carta dei device touch in stile Apple, ma in ogni caso RIM continua ad avere un indiscusso successo nel segmento business.

Infine HP WebOS inventato da Palm. Per quanto di nicchia, questo sistema operativo è stato definito rivoluzionario e tra i migliori in assoluto. HP ha deciso di utilizzarlo solo su suoi prodotti e quindi verrà  seguita la stessa strada di Apple. Ma è ancora poco chiara la strategia futura dei device HP WebOS.

E voi, che S.O. preferite e perché?