Google Apps: il futuro della collaborazione on-line?

di Stefano Besana

scritto il

Google Apps rappresenta un servizio senza dubbio interessante per tutti coloro che hanno la necessità  di svolgere progetti, presentazioni, lavori o quant’altro direttamente online, senza ricorrere a software di terze parti.

Collaborazione e semplicità  d’uso paiono essere proprio le parole d’ordine di questa applicazione – meglio: serie di applicazioni – che il noto Search Engine mette a disposizione di tutte le utenze, siano esse aziendali o meno.

Ho testato personalmente ogni singola applicazione offerta e devo ammettere che i servizi sono sempre ben realizzati, completi, precisi e soprattutto molto semplici ed intuitivi nell’utilizzo anche per gli utenti meno esperti.

Ma in che modo le aziende possono trarre vantaggi dall’utilizzo di queste applicazioni?

Google stessa diffonde via YouTube un video che spiega in maniera molto dettagliata il funzionamento di questo sistema:

[youtube hOYFv47zSz0&eurl]

In poche parole avete la possibilità  di condividere documenti e di modificarli in contemporanea, di comunicare con GTalk, di usare GMail con la necessità  di disporre solamente di una connessione internet.

I vantaggi? Sono sicuramente immediati, e si riferiscono a risparmio di tempo e ad una maggiore facilità  di gestione di collaborazioni/collaboratori (specie sulla lunga e media distanza).

È ovvio, però che non tutte le aziende potranno trarre vantaggi concreti e immediati dall’utilizzo di applicazioni di questo tipo. Sicuramente si tratta di prodotti che si riferiscono a particolari contesti, nei quali si fa dell’ICT e delle risorse offerte dal web uno dei cardini fondamentali dell’azienda.

È anche vero però che in un’era come quella attuale non fruire di servizi come questo potrebbe voler dire perdere ottime occasioni per realizzare buoni progetti.

Si tratta – in sostanza e concludendo – di realtà  che vanno conosciute e perlomeno provate, in maniera da comprendere appieno il loro funzionamento e solo in seguito decidere se si tratti o meno di prodotti che possano aiutarci a conseguire risultati che siano significativi per noi e per la nostra realtà .

Non esistono regole generali ed è indispensabile che ogni azienda faccia la propria scelta individuale. Certo è che conoscere i servizi che sono a nostra disposizione resta, comunque, un ottimo punto di partenza.