Dell: l’iPad sarà un fallimento in azienda

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Dell tesse le lodi ad Apple per il successo ottenuto con iPad 2 ma al contempo avverte: iPad non avrà successo in ambito business nel lungo termine. Vinceranno i tablet con Android e Windows.

Il successo ottenuto da Apple con l’iPad non attecchirà in ambito business e a fare la parte del leone saranno piuttosto i tablet Android e Windows: è il parere di Dell sul rapporto tablet e lavoro. Secondo il responsabile marketing Dell, Andy Lark, «nel lungo termine vinceranno i sistemi aperti, potenti ed economici. in Apple hanno realizzato un ottimo prodotto, ma Android li sta già superando».

In poche parole, secondo Lark l’Apple iPad non ha futuro in azienda poiché si appoggia a un sistema chiuso, incapace di cogliere l’integrazione con il mondo del lavoro: «Non è granché se devi convivere con realtà enterprise diverse, aperte e connesse; anche le cose semplici diventano allora complicate».

Il prezzo è un ulteriore deterrente: secondo Lark, «con tastiera, mouse e case arriva a costare 1500/1600 dollari», decisamente troppi per le aziende. Si tratta, tuttavia, di un prezzo difficilmente ipotizzabile: un iPad 2 16Gb con Wi-Fi, tastiera Apple Wireless e iPad Dock verrebbe infatti a costare 600/700 dollari.

In ultima analisi, giocherebbe a sfavore di Apple anche l’eccessivo focus sul mercato consumer, a differenza di Dell che prevede invece un approccio aziendale alla creazione dei tablet, garantendo così, grazie al sistema operativo Microsoft Windows, un’integrazione ottimale con le tecnologie IT.

«La nostra strategia è multi-OS», spiega Lark, «offriremo Windows 7 abbinato ad Android Honeycomb e ne siamo veramente eccitati. Pensiamo sia una scelta veramente importante da proporre ai nostri clienti».

__________________

ARTICOLI CORRELATI

__________________