Digitali per crescere, Microsoft incontra le PMI

di Barbara Weisz

scritto il

Prosegue l'iniziativa Microsoft per digitalizzare un milione di PMI Italiane offrendo loro strumenti e servizi: a Milano il punto sul'offerta di formazione, laboratori digitali e check-up digitali.

Le PMI possono partecipare ai laboratori digitali già aperti in sei città italiane e scoprire online il programma “Digitale per crescere“, effettuando un check-up per verificare il proprio grado di digitalizzazione: il progetto è curato da Microsoft, che da alcuni mesi sta incontrando le imprese sul territorio in una serie di appuntamenti a tema, per far toccare con mano i vantaggi di Digitali per crescere. L’ultimo appuntamento è stato quello presso la sede di Assolombarda, alla presenza di Jean-Philippe Courtois, presidente di Microsoft International, che ha fornito alcuni dati molto interessanti.

=>PMI Digitali: i nuovi strumenti Microsoft

Il programma

La digitalizzazione delle imprese ha prodotto un giro d’affari di 770 miliardi e 6,2 milioni di posti di lavoro in cinque paesi (Usa, Germania, Cina, India e Brasile). Le PMI che utilizzano le nuove tecnologie ottengono crescita del fatturato doppia rispetto ai concorrenti, con un indice di sopravvivenza più elevato. L’Italia, con il suo ampio tessuto di PMI, è un mercato strategico in questo senso. L’obiettivo di Digitali per crescere è dunque quello di coinvolgere almeno un milione di PMI italiane.

Strumenti a disposizione

A disposizione ci sono seminari ed eventi di formazione sempre segnalati sulla home page del sito ufficiale del progetto, che offre anche  un punto di accesso informativo per le PMI. I laboratori digitali a Milano, Torino, Pisa, Roma, Napoli e Bari ospitano le imprese consentendo loro di provare device mobili e software dedicati.Sul sito web, invece, ci sono tante funzioni pratiche, come quella che consente di misurare il proprio livello di digitalizzazione rispetto ai competitor diretti, ovvero aziende di analoghe dimensioni che operano sullo stesso mercato. Non mancano le testimonianze online di altri imprenditori e lo spazio “entra in aula PMI“, con i materiali informativi su temi specifici legati alla gestione digitalizzata dell’impresa.

Trasferimento tecnologico

Digitali per crescere punta in ultima analisi a portare nelle PMI i benefici dell’innovazione, sftuttando il trasferimento tecnologico dai centri di ricerca alle aziende (al progetto partecipano anche diverse università, fra cui il Politecnico di Milano). Temi centrali in questo senso, l’utilizzo dei device mobili e il cloud. La Nuvola virtuale è ritenuta da Courtois strumento ideale per le PMI: riduce i costi della digitalizzazione, aumenta l’efficienza, la collaborazione, il potenziale di innovazione dell’impresa. Consente alle PMI di avere, a un costo abbordabile, servizi digitali paragonabili a quelli delle grandi aziende, colmando così un gap competitivo.

Progetti futuri

«Esiste uno stretto rapporto tra innovazione e competitività e le PMI che investono in nuove tecnologie sono quelle che crescono più velocemente» esemplifica Carlo Purassanta, A.D. di Microsoft Italia. Michele Angelo Verna, Direttore Generale di Assolombarda, sottolinea in questo senso l’impegno dell’associazione confindustriale nel sostenere i processi di digitalizzazione, ricordando ad esempio il progetto di trasformare, al termine dell’Expo 2015, il padiglione Italia in una sorta di Digital City dell’innovazione e delle start-up.

I Video di PMI

Ambizione Italia: il progetto Microsoft