Email, in crescita open source e certificazione

di Marianna Di Iorio

scritto il

Secondo l'Osservatorio sulla Posta Elettronica, è in crescita l'uso di strumenti open source per la gestione delle email. Stesso andamento anche per la Posta Elettronica Certificata

Sono in crescita gli strumenti open source utilizzati per la gestione della posta elettronica. Per quanto riguarda i sistemi operativi nei PC che ospitano applicazioni per le email, nei primi mesi del 2007 Linux è cresciuto rispetto a Microsoft del 5,9%, mentre Microsoft Exchange è il prodotto più utilizzato.

L’Osservatorio sulla Posta Elettronica anche quest’anno, per la seconda volta, ha pubblicato la ricerca annuale sullo stato della posta elettronica in Italia. Per l’occasione sono state intervistate oltre 1000 imprese con almeno 100 dipendenti e una gestione interna dei sistemi di posta elettronica.

«La posta elettronica – afferma Filippo Dini, VP Sales & Marketing di Babel, la società che ha commissionato lo studio – sta diventando uno strumento strategico e indispensabile per il business delle imprese italiane e quindi vengono sempre più considerati sistemi ‘mission critical’ (88,2% del campione). La barriera generata dall’assenza temporanea di tali sistemi e il diffondersi di insidie e minacce quali virus e spam portano le imprese a richieste pressanti di continui miglioramenti ai propri sistemi di PE (90,6%)».

Un tema trattato all’interno dell’indagine 2007 è stato anche quello della Posta Elettronica Certificata (PEC), uno strumento, disponibile con la firma del decreto Stanca, che consente di certificare legalmente il momento di invio e ricezione dei messaggi. In particolare, da Marzo 2006 a Maggio 2007 si è passati da 523 domini PEC registrati a 5966, con una crescita del 1040%.

Per Vito Divincenzo, Director of Sales & Marketing di Sophos Italia, uno dei partner coinvolti nell’indagine, la Posta Elettronica Certificata è uno «strumento fondamentale per sburocratizzare, velocizzare ed intensificare il dialogo tra i cittadini, le imprese e le organizzazioni».