Tratto dallo speciale:

Qonto, nuovo round di investimento ed espansione in Italia

di Alessandra Gualtieri

scritto il

La fintech Qonto raccoglie un investimento Serie D da 486 milioni di euro e nei prossimi due anni pianifica una forte espansione anche in Italia.

La soluzione finanziaria all-in-one per PMI e Professionisti Qonto, ha ottenuto un investimento Serie D per un valore di 486 milioni di euro, che porta la valutazione dell’azienda a 4,4 miliardi di euro, consolidandone i piani di espansione anche in Italia, il suo secondo mercato per dimensioni, con una crescita annua nel numero di clienti pari all 145%.

La soluzione Qonto

La soluzione di business finance management fondata nel 2017 da Steve Anavi e Alexandre Prot è oggi leader in Europa, semplificando la gestione del business dei suoi clienti per quanto concerne le operazioni bancarie e finanziarie quotidiane, la contabilità e la gestione delle spese. L’azienda conta oltre 220.000 clienti business in Francia, Italia, Germania e Spagna e con il nuovo round di investimento si prefigge di raggiungere quota 1 milione di PMI e Professionisti entro il 2025.

Il nuovo investimento

L’ultimo round è guidato dai nuovi investitori Tiger Global e TCV e altri otto nuovi sottoscrittori (Alkeon, Eurazeo, KKR, Insight Partners, Exor Seeds, Guillaume Pousaz, Gaingels e Ashley Flucas), che si uniscono agli attuali investitori (Valar, Alven, DST Global e Tencent). Grazie ai nuovi investimenti, l’obiettivo è espandere il suo team e consolidarsi sul mercato di riferimento, acquisendone nuove quote.

Qonto in Italia

Dal lancio in Italia del maggio 2019, Qonto ha sviluppato oltre 30 funzionalità e siglato 17 partnership locali per fornire ai suoi clienti soluzioni su misura per rispondere a qualunque esigenza con una gamma completa di servizi di business finance management. Nel 2020 ha lanciato anche l’IBAN italiano e nel 2021, con l’implementazione della funzionalità per il pagamento di F24 a debito e a credito,  è diventata la prima fintech in Italia in grado di sostituire il conto corrente bancario per PMI e professionisti.

Sotto la guida del Country Manager Mariano Spalletti, nel 2021 Qonto in Italia ha quadruplicato i ricavi, riflettendo la crescente domanda di servizi finanziari digitali da parte delle imprese italiane, fortemente trainata dalle nuove esigenze definitesi nell’era Covid. Nel corso dell’anno l’azienda ha anche aperto uffici locali a Milano per adattare la propria offerta al mercato locale e siglare nuove partnership.

Obiettivi e next step

Inserita tra le 40 scale-up più promettenti in Francia, Qonto vede come prossimo step quello di accelerare la sua crescita in Europa, investendo nei prossimi due anni oltre 100 milioni di euro in Italia, ed altrettanti sia in Germania sia in Spagna. A seguire, l’espansione in nuovi mercati europei e l’estensione del team internazionale, con la creazione di un nuovo hub per le operazioni di assistenza ai clienti e mantenerne a livelli di eccellenza la qualità del servizio.

Per rafforzare la strategia globale di acquisizione talenti, inoltre, Quonto lancerà anche il programma europeo “Qonto Campus“, per incoraggiare la mobilità internazionale tra gli uffici locali, con oltre 100 collaboratori focalizzati sul mercato italiano entro il 2023.

Infine, si mira ad ampliare l’offerta di prodotti attraverso lo sviluppo in-house, nuove partnership strategiche e potenziali acquisizioni volte alla definizione di un’offerta ai clienti di prodotti innovativi e customizzati.