Touchphone HTC HD2: un’alternativa all’iPhone

di Marco Mattioli

scritto il

Nuovo modello di punta della casa taiwanese, che spicca per lo schermo multitouch da 4,3 pollici ed il generoso processore da 1 GHz

HTC è una tra le case più attive e concrete nella progettazione di device mobili, impegnata su un duplice fronte nel campo dei sistemi operativi: Android e Windows Phone.

Il rilascio dell’ultimo aggiornamento di sistema da parte di Microsoft è l’occasione per lanciare nuovi smartphone in grado di andare incontro alle esigenze più disparate. La società taiwanese ha deciso di concepire HD2, un modello di punta che possa proporsi come diretto concorrente di Apple iPhone, capace di realizzare l’idea di convergenza tanto agognata dai professionisti, ma difficilmente raggiungibile.

La specifica che più colpisce è senza dubbio l’ampiezza dello schermo, pari a 4,3 pollici, che rappresenta un record per la categoria, potendo supportare al meglio la risoluzione di 480×800 punti. È inoltre dotato di tecnologia capacitiva e multitouch, novità assoluta per il mondo Windows Phone. Viene così offerta la possibilità di vivere una rinnovata esperienza d’uso, potendo interagire in modo più snello ed immediato con l’interfaccia grafica.

Dimensioni e peso ne risentono nel complesso solo parzialmente: 120,5 x 67 x 11 millimetri per 157 grammi (batteria inclusa). In termini di maneggevolezza d’uso permane solo qualche perplessità sul valore della larghezza. Proseguendo con le caratteristiche di rilievo, il microprocessore Snapdragon da 1 GHz garantisce performance di assoluto livello in termini di capacità di elaborazione.

La memoria è un ulteriore aspetto sul quale HTC non ha accettato compromessi, dotando HD2 di 512 MB di ROM e ben 488 MB di RAM, espandibile con schede in standard microSD per memorizzare ogni genere di documenti e file. La connettività è favorita dagli ormai irrinunciabili moduli quadribanda per la fonia e HSPA per lo scambio dati, riuscendo ad utilizzare il touchphone pressoché ovunque. Sono inoltre ben accompagnati dalle interfacce Wi-Fi e Bluetooth di ultima generazione.

La fotocamera da 5 megapixel con autofocus e doppio LED flash fa scattare foto ad alta risoluzione e riprendere video, anche se dai primi riscontri la resa appare inferiore rispetto all’iPhone 3GS. La radio FM stereo consente di ascoltare news o brani musicali come alternativa agli MP3. Il ricevitore satellitare è utile per chi debba spostarsi spesso in auto o a piedi, utilizzando Google Maps o specifici software di navigazione, anche solo per raggiungere senza incertezze un contatto di lavoro.

Sensori di prossimità e di luce ambientale, accelerometro e bussola digitale ne completano la dotazione hardware. La batteria agli ioni di litio ha la capacità di 1230 mAh; con una carica si raggiungono teoricamente sino a 490 ore in standby e 380 minuti in conversazione, anche se saranno necessari effettivi riscontri operativi. Sul piano software, spicca la rinnovata interfaccia utente HTC Sense, già proposta anche su alcuni device Android, che rende più accattivante e fluida l’interazione con Windows Mobile Professional 6.5. Opera Mobile dovrebbe potenziare la navigazione della pur rinnovata versione di Internet Explorer Mobile e non sono stati tralasciati neanche applicativi di social networking, condivisione e microblogging, come Facebook, YouTube e Twitter per restare costantemente collegati ai propri contatti.

HTC HD2 è dunque un terminale innovativo e dalle funzionalità avanzate, capace di fornire prestazioni di grande rilievo per proporsi come possibile antagonista di iPhone.