Google offre i risultati in tempo reale e spia i social network

di Emanuele Menietti

scritto il

Mountain View ha da poco introdotto una nuova funzionalità per offrire i risultati delle ricerche online in real time. Una nuova sezione fornisce gli aggiornamenti in tempo reale sugli ultimi contenuti pubblicati

Ottenere risultati in tempo reale per le proprie ricerche online. È questo l’ambizioso obiettivo di Google, che nel corso degli ultimi giorni ha messo a disposizione dei propri utenti una nuova funzionalità per il real-time. Il nuovo servizio consente di visualizzare nella pagina dei risultati un elenco in evoluzione degli ultimi contenuti pubblicati online collegati alla chiave di ricerca inserita. Il sistema si avvale di numerose fonti, compresi i social network, e potrebbe rivoluzionare il modo di reperire le informazioni online.

«Stiamo introducendo alcune nuove funzionalità per dare vita ai risultati delle vostre ricerche con un flusso dinamico di contenuti in tempo reale reperiti sul Web. Così, dopo aver condotto una ricerca, potrete vedere aggiornamenti dal vivo inseriti dagli utenti su alcuni siti popolari come Twitter e FriendFeed, così come gli ultimi titoli dei siti di news e dei blog pubblicati pochi secondi prima. Quando si rivelano rilevanti, selezioneremo questi ultimi risultati per mostrare le informazioni più recenti direttamente nelle pagine dei risultati» si legge in un post da poco pubblicato sul blog ufficiale di Google.

La nuova soluzione consentirà di ottenere le informazioni più recenti rilevate non solo in automatico dagli algoritmi di Google, ma anche dagli utenti dei social network che condividono link e informazioni attraverso le pagine dei loro profili. Dopo aver inserito una chiave di ricerca, infatti, il sistema restituisce la tradizionale pagina dei risultati arricchita da una nuova sezione dall’esplicativo titolo “Latest results for…”. A differenza del resto della pagina, il nuovo campo da poco introdotto non è statico e offre aggiornamenti costanti con i link verso gli ultimi contenuti inseriti in Rete e legati alla propria chiave di ricerca.

 

La sezione dei risultati in tempo reale può essere visualizzata anche in una pagina a parte, consentendo una consultazione più agevole dei contenuti. Le tipologie dei risultati presenti nella nuova area sono chiaramente distinte per agevolare ulteriormente il riconoscimento delle fonti da parte degli utenti. I contenuti provenienti dai blog e dai siti di informazione sono presentati come i comuni risultati comprensivi di link e breve riassunto, mentre gli aggiornamenti di stato inseriti attraverso soluzioni come Twitter sono presentati in un fumetto con l’indicazione dell’autore del messaggio e un link verso il suo profilo online.

La nuova funzione in real time offre anche la possibilità di filtrare i risultati per escludere parte delle fonti e visualizzare i soli aggiornamenti di stato dei social network. Per attivare tale opzione è sufficiente selezionare “Updates” dall’elenco dei filtri proposto dal motore di ricerca. I siti di informazione e i blog vengono così esclusi dall’elenco, offrendo agli utenti notizie e spunti pubblicati entro pochi secondi.

«Le nostre funzionalità per le ricerche in real time fanno affidamento su una dozzina di nuove soluzioni tecnologiche che ci consentono di monitorare oltre un miliardo di documenti e di elaborare centinaia di milioni di modifiche in real time ogni giorno. Naturalmente, tutto ciò non sarebbe possibile senza il supporto dei nostri nuovi partner che annunciamo oggi: Facebook, MySpace, FriendFeed, Jaiku e Identi.ca – oltre a Twitter, il cui accordo è già stato annunciato alcune settimane fa» prosegue il post da poco pubblicato dai responsabili di Mountain View.

L’elenco delle partnership raggiunte per offrire il servizio dimostra l’importanza del progetto e la determinazione di Google a voler investire molte risorse per il real time. La presenza dei principali social network consentirà al motore di ricerca di offrire un servizio particolarmente capillare e costantemente aggiornato, ma forse un poco dispersivo. All’appello manca il celebre sistema per il bookmarking Delicious, una condizione dettata probabilmente dalla proprietà del servizio in mano al competitor Yahoo.

La nuova opzione in tempo reale sarà introdotta progressivamente su scala globale, ma solamente in lingua inglese. Valutati i primi risultati e il gradimento da parte degli utenti, gli sviluppatori di Mountain View potranno procedere alla realizzazione delle versioni localizzate per meglio rispondere alle esigenze degli utenti alla ricerca di risultati nelle loro lingue di origine.