Google: Maps per iOS debutterà a breve

di Floriana Giambarresi

scritto il

Google avrebbe inviato l'applicazione Maps per iOS ad alcuni tester e dovrebbe lanciarla a breve su App Store del rivale Apple.

Google tenterà di riconquistare l’utenza persa su iOS lanciando, su iPhone e iPad, l’applicazione dedicata a Google Maps, il servizio di mappatura integrato fino a iOS 5 ma rimosso con iOS 6, che Apple ha lanciato insieme a iPhone 5.

Secondo recenti indiscrezioni, Google avrebbe già provveduto ad inviare ad alcuni tester, selezionati ed esterni alla propria azienda, Google Maps per iOS e adesso sarebbe ormai in procinto di chiederne l’autorizzazione ad Apple per distribuirla gratuitamente su App Store, il negozio virtuale per i dispositivi mobile con la mela morsicata. Dovrebbe dunque mancare poco tempo per il lancio dell’applicazione, a patto che Apple decida si approvarla. Maps è infatti un’applicazione alternativa a Mappe di Apple e peraltro realizzata da un competitor diretto qual è Google, dunque il team guidato da Tim Cook potrebbe anche decidere di non approvarla.

Il colosso con sede a Mountain View avrebbe peralto pianificato di lanciare un’applicazione, Google Maps, in versione migliorata rispetto a quanto disponibile in passato fino a iOS 5, ovvero più veloce, ancora più affidabile e dotata della tanto richiesta funzione di navigazione svolta per svolta.

Lanciando Maps per iOS, Google potrebbe non solo riconquistare quell’utenza persa proprio a causa della mossa che Apple ha fatto con iOS 6, ma anche e soprattutto monetizzare ulteriormente grazie a degli annunci pubblicitari che potrebbe integrare nelle mappe. Ciò non era possibile con l’app Maps realizzata in collaborazione tra Google e Apple, proprio a causa degli accordi che i due gruppi avevano preso ai tempi.

Intanto la build, ovvero la versione dedicata agli sviluppatori, di Google Maps sarebbe già pronta e in mano a una serie di tester internazionali. Se le indiscrezioni troveranno conferma, la prossima mossa di Mountain View dovrebbe essere proprio questa. Apple non ha commentato tali rumor, mentre Google si è semplicemente dichiarata interessata ad estendere il proprio servizio di mappe a quante più piattaforme possibili.

I Video di PMI