Google, nuovo acquisto per la compressione video

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Google punta sulla compressione video e pianifica l'acquisto della tecnologia On2 per offrire agli utenti una maggiore esperienza di navigazione

L’interattività e la presenza di contenuti multimediali sono ormai una costante per siti e applicazioni web di qualsiasi settore. La user experience è spesso migliorata proprio grazie all’ottimizzazione delle funzionalità multimediali e della visualizzazione delle informazioni.

Google in primis rileva quindi la necessità di aggiornare costantemente il proprio parco tecnologico per continuare a perseguire i propri obiettivi di business, legati in modo significativo alla considerazione dei milioni di navigatori che ogni giorno popolano le pagine del colosso di Mountain View.

In questo contesto nasce l’esigenza di chiudere il prima possibile l’acquisizione delle tecnologie di compressione video On2, per le quali Google sarebbe pronto a sborsare anche 106 milioni di dollari.

L’accordo è ancora in attesa del parere delle autorità competenti, oltre che della posizione finale della stessa On2 Technologies, anche se nel blog ufficiale si stima una sottoscrizione positiva entro la fine di quest’anno.

Considerata la situazione ancora non definitiva, Google non ha ancora reso disponibili piani e progetti per il futuro, ma alcuni aspetti commerciali della società con base in New Jersey evidenziano forti legami con Adobe, AOL, Freescale, Nokia e Sun Microsystems.

I Video di PMI