Connessioni web: aziende poco soddisfatte

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Secondo un recente sondaggio, risulta molto bassa la percentuale di aziende soddisfatte della propria connessione ad Internet. Sotto accusa costi e affidabilità del servizio

Un recente sondaggio portato avanti dal Capogruppo del settore telecomunicazioni e informatica degli Industriali di Udine dipinge le aziende italiane come scarsamente soddisfatte della loro connettività alla grande rete; l’insoddisfazione risulta particolarmente sentita all’interno delle piccole e medie attività, ove non risulta possibile effettuare ingenti investimenti in tale settore.

Su 112 aziende friulane coinvolte nel sondaggio, solamente il 33% si è dichiarato pienamente soddisfatto della propria connettività, ma si tratta essenzialmente di aziende dalle grandi dimensioni, che possono investire ingenti somme di denaro per assicurarsi un servizio all’altezza delle aspettative. Nel caso delle piccole e medie imprese, il giudizio generale è decisamente meno positivo.

Prendendo in esame le aziende chimiche e cartarie, il servizio viene giudicato buono nel 75% dei casi mentre in altri settori, come ad esempio l’edilizia, la meccanica o il terziario, viene giudicato scadente dal 50% del campione. Sotto accusa i costi troppo elevati e l’affidabilità della connessione, decisamente più importanti rispetto alla velocità di scaricamento: mediamente le aziende registrano dalle due alle cinque giornate di fermo totale del servizio.

La tipologia di collegamento più penalizzata risulta l’Adsl, la più diffusa tra le realtà lavorative con una percentuale del 44%. Il 18% delle attività ha dichiarato di utilizzare un collegamento Isdn, il 13% di usufruire di un ponte radio e il 19% di poter contare su di un collegamento Hdsl. Solamente il 2% delle aziende può far affidamento sulla fibra ottica.

I Video di PMI

ISEE, i modelli caso per caso