Un database chiuso… a riccio

di Paolo Iasevoli

scritto il

Si chiama Hedgehog la soluzione (anche gratis) di Sentrigo ai problemi di sicurezza dei database aziendali, con poche richieste hardware e patch "virtuali"

Un sistema di sicurezza che potregge il database aziendale richiedendo poche risorse e aggiornandosi automaticamente.

Alla Sentrigo devono aver pensato in particolare alle esigenze delle imprese più piccole quando hanno sviluppato Hedgehog, un software host-based che si integra direttamente nel database e protegge tutte le informazioni in esso contenuto.

Questa peculiare caratteristica fa di Hedgehog un prodotto poco esoso in termini di risorse hardware, tanto che Sentrigo assicura che l’incidenza sulle performance del server sarà appena percettibile. Questo senza rinunciare alle tradizionali funzioni di sicurezza tipiche di altri gateway.

Lavorando in concerto con le regole di policy settate dagli amministratori, il sistema registra tutti gli eventi che riguardano il database come il trasferimento, la modifica o la cancellazione dei file, oltre ai tentativi di accesso da parte degli utenti.

Un’altra caratteristica su cui Sentrigo punta molto è costituita dalle “virtual patch”, un sistema di aggiornamento che ripara le vulnerabilità del database e aggiunge la definizione di nuove minacce, automaticamente e in tempo reale, proprio come succede con molti antivirus. In questo modo l’azienda non è costretta ad aspettare il rilascio delle patch ufficiali ad opera dei produttori di database, affidandosi a quelle “virtuali” fornite da Hedgehog.

Due le versioni del prodotto: la Standard, scaricabile gratuitamente, e la Enterprise, con un set di funzioni aggiuntive come la gestione centralizzata degli allarmi e l’integrazione con i sistemi di sicurezza aziendali. Per averla bisogna pagare 2000 dollari a CPU.

Attualmente è previsto il solo supporto per i database Oracle su Linux e Unix, ma per il prossimo trimestre sarà implementato anche quello per Microsoft SQL per Windows.