Tratto dallo speciale:

Il Cloud OS Network di Microsoft in Italia con Aruba

di Cristiano Guarco

scritto il

Un consorzio globale di service provider per sviluppare e offrire soluzioni business su misura, a costi inferiori e a gestione locale: è possibile con il nuovo Cloud OS Network, cuore della nuova strategia Microsoft per la Nuvola Internet.

Per offrire alle imprese una più vasta gamma di soluzioni flessibili e a costi inferiori, la rinnovata strategia di Microsoft mette al centro Cloud OS Network, consorzio di service provider che operano sulla Nuvola dando vita ad un sistema di datacenter senza confini per la gestione di app, dati e device. Il programma copre oltre 90 mercati in tutto il mondo. Sfruttando questa rete globale di cloud provider, Microsoft è in grado di offrire soluzioni ibride su propria piattaforma Cloud: non necessariamente sui suoi datacenter e su Windows Azure ma anche sugli apparati dei partner aderenti al programma. Il tutto si traduce in soluzioni versatili e flessibili, con servizi personalizzati gestiti nel mercato locale.

Offerta localizzata

A presentare Cloud OS Network in Italia è stato Fabio Santini, direttore Server, Tools & Cloud di Microsoft nel nostro paese, dove il primo provider a supportarlo è Aruba, tra i principali fornitori di servizi di web hosting, mail e registrazione domini. Le imprese potranno così sviluppare un progetto di Private Cloud sfruttandone i datacenter e mantenendo i propri dati in Italia.

Strategia e soluzioni

Santini ha illustrato la visione Cloud di Microsoft per aziende sempre più competitive, consapevole delle potenzialità di trend quali Cloud, Mobility e Big Data: “ci impegniamo per offrire una piattaforma cloud integrata in grado di trasformare il datacenter, abilitare applicazioni moderne, svelare business insight e gettare le basi per un’IT focalizzata sulle persone. Investiamo per concretizzare la promessa del Cloud Ibrido come paradigma capace di sostenere una crescita flessibile, accompagnando anche le aziende più piccole in un percorso d’innovazione”. Un percorso che poggia su un’infrastruttura dinamica e basata su soluzioni come:

  • Windows Server 2012, piattaforma multipla, sempre disponibile e scalabile per supportare soluzioni flessibili on premise, su Cloud o ambiente ibrido;
  • System Center Server 2012 per organizzare e gestire ogni tipo di risorsa;
  • Windows Azure, piattaforma di Public Cloud che offre risorse e servizi IaaS;
  • SQL Server per ottenere insigt da ogni dato disponibile in azienda;
  • Visual Studio per la creazione di applicazioni innovative, da gestire on premise o su Cloud.

I servizi sono sviluppati su Windows Server con Hyper-V, System Center e Windows Azure Pack, strumenti fondamentali del Cloud OS (per approfondimenti Microsoft OS Cloud Network).