Whirlpool – Politecnico Milano: accordo per la ricerca

di Teresa Barone

scritto il

Accordo strategico tra Whirlpool e Politecnico Milano per promuovere la ricerca scientifica e l?innovazione tecnologica, con il patrocinio dalla Regione Lombardia.

La multinazionale Whirlpool e il Politecnico di Milano hanno siglato un accordo strategico per promuovere e lanciare nuove soluzioni di innovazione tecnologica, programmi mirati a favorire la connettività, l?efficienza energetica, le reti intelligenti e produrre nuove tecniche per la cottura. Un progetto triennale che prevede un investimento di 3 milioni di euro e che coinvolgerà cinque aree scientifiche entro il 31 dicembre 2014.

L?accordo, stipulato tra il rettore del Politecnico di Milano Giovanni Azzone e il Global vice president Ricerca e Sviluppo di Whirlpool Mauro Piloni, ha la supervisione della Regione Lombardia, partner istituzionale del progetto, e rappresenta una collaborazione finalizzata alla creazione di un distretto tecnologico nel settore agroalimentare in Lombardia.

Il fine dell?intesa triennale è infatti quello di costituire una solida aggregazione che possa usufruire delle opportunità messe a disposizione dal Governo per promuovere l?innovazione tecnologica, basti pensare al bando del Ministero dell’Università e della Ricerca scientifica sui distretti tecnologici. La ricerca scientifica, inoltre, rappresenta proprio un terreno molto fertile per la collaborazione tra aziende private ed enti pubblici, come ha ribadito Fausto De Angelis, direttore Affari legali e istituzionali di Whirlpool EMEA.

«Il distretto che potrebbe nascere da questo accordo rappresenterebbe un esempio di collaborazione virtuosa fra Pubblico e privato, una collaborazione che sostiene e rilancia l’economia del nostro territorio puntando su un fattore determinante per lo sviluppo; la ricerca scientifica. È quello che si dice fare sistema: un soggetto istituzionale sovrintende e fa da regista in un’aggregazione dove mondo accademico, industrie e associazioni di categoria contribuiscono, ognuno in base alle proprie competenze e professionalità, a un progetto comune».

Da parte dell?Ateneo milanese, inoltre, c?è la volontà di rendere stabile e duratura una collaborazione con le imprese nell?ottica di rilanciare sia l?economia della Nazione, sia l?occupazione, come ha affermato il Rettore Giovanni Azzone.

«Siamo orgogliosi che Whirlpool abbia individuato nel Politecnico di Milano il partner di riferimento per questo progetto, che si inserisce nella politica strategica di collaborazione di lungo periodo dell’Ateneo con altri grandi aziende come Eni e Pirelli. L’accordo testimonia come sia possibile attivare quelle sinergie fra Atenei e imprese di cui il nostro Paese ha molto bisogno. La collaborazione consente inoltre di sfruttare la multidisciplinarietà di un ateneo come il nostro coinvolgendo diversi dipartimenti in un lavoro che favorisce la ricerca di qualità. Questa iniziativa ci rende molto soddisfatti, anche perché incrementa la collaborazione con il tessuto regionale lombardo, all’interno di una strategia di integrazione che permette un eccellente trasferimento tecnologico».