A Milano la truffa viaggia per email

di Marianna Di Iorio

scritto il

Il Comune di Milano invita a pagare delle presunte infrazioni, tramite un messaggio di posta elettronica. Attenzione! È tutto falso...

Da diversi giorni, alcuni cittadini milanesi stanno ricevendo messaggi di posta elettronica direttamente dal Comune di Milano: il Comune invita gli utenti a versare delle somme di denaro per presunte infrazioni avvenute nei mesi scorsi. Ma la polizia avverte: si tratta di una ennesima truffa telematica.

A darne notizia è il vice Sindaco e assessore alla Sicurezza, Riccardo De Corato. «Ho avuto notizia dalla Polizia Municipale – ha affermato il vice Sindaco – che alcuni utenti hanno ricevuto messaggi di posta elettronica, apparentemente inviati dal Comune di Milano, in cui viene chiesto l’invio di denaro a titolo di pagamento di presunte infrazioni».

«La Polizia Municipale e l’Amministrazione – continua ancora De Corato – non richiedono mai l’invio di denaro tramite messaggi di posta elettronica, quindi non hanno niente a che fare con l’invio di queste email».

La raccomandazione che giunge a tutti i milanesi è quella di non aprire assolutamente l’allegato e, soprattutto, di non effettuare nessun versamento di denaro.

Il phishing è un fenomeno che sta dilagando sempre di più nel nostro Paese e sfrutta, nella maggior parte dei casi enti, organi ministeriali o servizi pubblici vicini al cittadino con il solo obiettivo di rassicurare l’utenza.

Infatti, come afferma ancora De Corato, «il fenomeno delle truffe informatiche è ormai sempre più diffuso e dilagante tra gli utenti della rete. Un reato dietro il quale spesso si nascondono vere e proprie bande criminali organizzate che sfruttano il nome di banche, enti e istituzioni per convincere i cittadini a versare denaro».