L’IPhone 3G e i suoi "7 vizi capitali"

di Filippo Vendrame

scritto il

Vera innovazione o solo un bell’esempio di effetti speciali? Se lo chiedono in molti e dopo i primi giorni di pura ovazione verso questo nuovo prodotto Apple, sono iniziate ad arrivare l critiche…. Criticità  anche pesanti che mettono in luce difetti e mancanze di un device che a distanza di un anno sembra essersi dimenticato di “tappare” alcune falle..

Ho scovato un interessante articolo di Forbs che parla di “7 errori o mancanze” del nuovo iPhone.
Articolo che fa molto riflettere, snobbato dai fan della Apple ma che ad un utente esperto e concreto non può che risultare utile…

Quali sono gli “errori” dell’iPhone? Beh, lasciando da parte la questione prezzo, la anche mancanza di Flash, impossibilità  di cambiare batteria, mancato supporto alla registrazione di video, impossibilità  di fare un semplice copia-incolla, mancanza degli MMS e assenza di comandi attivabili via voce.

I supporter accaniti dell’iPhone suggeriscono che molti di questi difetti siano risolvibili installando software di terze parti. Tuttavia, viene da sé che se si spendono 500 euro ci si aspetterebbe da un prodotto così “innovativo” anche operazioni scontate per un cellulare da 20 euro.

C’è chi dice che gli MMS non servano a nulla e che solo in pochi li utilizzino. Falso, visto che l’iPhone verrà  venduto anche con piani all inclusive che comprendono un tot di MMS al giorno. Allora, perché non dovrei utilizzarli?

Mi pare strano che negli Usa non abbiano già  pensato a risolvere questo piccolo problema. Certo, lì gli MMS quasi non sanno cosa siano. Però in Europa s^. Che l’iPhone sia un po’ troppo “American Style“?

E’ possibile, ad ogni modo non si comprende perché con un Sistema Operativo così sofisticato non sia presente la funzione banale come copia ed incolla….

E gli esempi potrebbero fioccare. Allo stesso modo c’è da chiedersi perché con una fotocamera da 2 mega pixel con un’ottima ottica sia vietato di default registrare video, o perché la batteria non si possa sostituire, se non dopo un bel giro da un centro assistenza Apple con conseguente conto salato…

Perché, mi chiedo, devo diventare una sorta di hacker o uno smanettone per utilizzare un iPhone quando posso trovare device più completi e meno costosi che fanno forse meglio quello che fa l’iPhone? Certo saranno meno patinati e meno esclusivi, ma dal lato pratico sicuramente più concreti.
Tonnellate di software e modifiche da integrare subito? Ne vale la pena?

Stando alle vendite del precedente modello, sembrerebbe di sì, ma ore l’iPhone è arrivato nel mercato più esigente di tutto il mondo, quello Europeo, ed in particolare quello italiano, che di cellulari e smartphone non sa più fare a meno.
Sicuramente ci sarà  un boom di ordini, ma poi, vedremo effettivamente se gli italiani gradiranno davvero questo prodotto.