Tratto dallo speciale:

Servizi cloud qualificati dal 2019 nella PA

di Redazione PMI.it

scritto il

Slitta al 1 gennaio 2019 l’obbligo per le PA di dotarsi solo di servizi Cloud qualificati dall’AgID: ecco come fare.

È stato prorogato il termine ultimo che impone a tutte le Pubbliche Amministrazioni di dotarsi esclusivamente di servizi Cloud qualificati. L’AgID ha infatti spostato la scadenza dal 20 novembre 2018 al 1 gennaio 2019, facendo slittare i termini per la qualificazione dei servizi Cloud CSP (Cloud Service Provider) e SaaS (Software as a Service) necessaria per l’acquisizione degli stessi da parte delle PA.

=> Competenze ICT nella PA: linee guida AgID

A partire dal 2019, quindi, le amministrazioni saranno tenute ad acquisire esclusivamente servizi Cloud qualificati da AgID che siano presenti nel Marketplace dei servizi qualificati.

Per accedervi, i soggetti pubblici e privati possono richiedere la qualificazione di Cloud Service Provider per la PA inviando informazioni e documentazione in grado di attestare la loro conformità ai requisiti organizzativi, di sicurezza, di performance e scalabilità, interoperabilità e portabilità stabiliti dalla circolare AgID pubblicata lo scorso 9 aprile.