Agenda semplificazione PA: tutte le novità

di Teresa Barone

scritto il

Il CdM ha dato l?ok all?Agenda per la semplificazione della PA 2015-2017: ecco le novità in tema di cittadinanza digitale, welfare e fisco.

Il Consiglio dei Ministri ha dato l?ok all?Agenda per la semplificazione della Pubblica Amministrazione 2015-2017: 38 nuove misure volte a rendere più agevole il rapporto tra i cittadini e la burocrazia.

=> Scopri come funziona la bussola della trasparenza per la PA

L?Agenda prevede interventi su cinque linee principali: cittadinanza digitale, welfare, fisco, edilizia e impresa. Come si legge nel comunicato ufficiale:

«Il successo degli interventi non sarà valutato sul numero delle norme introdotte o eliminate, ma sull’effettiva riduzione dei costi e dei tempi. Viene, inoltre, garantito il controllo dei risultati che saranno resi accessibili online, assicurando il coinvolgimento costante di cittadini e imprese nella verifica dell’attuazione.»

=> Scopri se gli italiani sono soddisfatti della PA online

Per quanto riguarda la cittadinanza digitale, il Governo punta ad assicurare un crescente numero di servizi agevolando l?accesso di cittadini e imprese alle risorse online di interesse anche con tablet o smartphone. Il PIN unico sarà attivato entro settembre 2015 per 3 milioni di utenti (la platea si estenderà fino a raggiungere 10 milioni di utenti entro dicembre 2017). Tutte le Pubbliche Amministrazioni Centrali e Locali attiveranno pagamenti telematici entro il 2016. La marca da bollo online sarà messa a regime nel dicembre 2016. Entro dicembre 2015, inoltre, tutti i siti istituzionali delle PA attiveranno una sezione “Come fare per? utilizzabile dai cittadini.

In materia di welfare e salute, l?Agenda si pone l?obiettivo di semplificare gli adempimenti per le persone con disabilità, così come assicurare ai cittadini la prenotazione delle prestazioni sanitarie per via telematica o per telefono. Entro dicembre 2016, inoltre, sarà attivato l?accesso ai referti online e in farmacia in tutte le Regioni, mentre per l?accesso online alla diagnostica per immagini bisognerà attendere dicembre 2017.

Dal punto di vista fiscale, invece, entro aprile 2015sarà attuata la dichiarazione dei redditi precompilata per dipendenti e pensionati (l?indicazione automatica delle spese sanitarie si aggiungerà entro aprile 2016).

=> Leggi il comunicato stampa del CdM

I Video di PMI

Consultazione dei sussidi di disoccupazione INPS