Scuola: e-book e libri in comodato d?uso

di Teresa Barone

scritto il

Il Ministro Carrozza annuncia lo stanziamento dei fondi per la concessione dei testi scolastici in comodato d?uso: ecco limiti e priorità.

È il Ministro dell?Istruzione Maria Chiara Carrozza ad annunciare, con un Tweet, la firma del decreto che dà il via libera allo stanziamento delle risorse per promuovere la concessione di libri di testo cartacei ed elettronici in comodato d?uso, secondo quanto stabilito dal decreto istruzione.

=> Scopri le novità del Decreto Istruzione

Con un plafond di 8 milioni di euro per il 2013 e il 2014 gli istituti scolastici nazionali riceveranno nuovi fondi per distribuire agli studenti (si parla delle scuole secondarie di primo e secondo grado) libri e e-book previo versamento di una cauzione a inizio anno, restituita al termine del percorso didattico.

=> Leggi le novità sulla maturità digitale

Una normativa che prevede limiti e priorità, a partire dalla distribuzione nelle Regioni dove le famiglie vivono in condizione di maggiore disagio. Per beneficiare del comodato d?uso è necessario dimostrare di possedere i requisiti richiesti e non essere destinatari di altre agevolazioni, mentre a parità di condizioni sarà il merito a decidere a chi andrà il contributo.

=> Leggi perché l?Ocse ha bocciato il programma italiano per la scuola digitale

Saranno le scuole a decidere autonomamente la ripartizione delle risorse tra libri cartacei ed elettronici, stabilendo anche i termini per la restituzione a fine anno.