Scuola, le nuove professioni nell’agricoltura

di Stefano Pierini

scritto il

Le iniziative del Sereni, una scuola tecnica agraria nel centro di Roma che promuove lo sviluppo sostenibile e i valori culturali per una sinergia fra il rurale e l?urbano.

Vivere  a scuola per un adolescente non può che essere un confronto, anche duro e impegnativo, con il mondo del lavoro e con la sua crescita professionale, valoriale e comportamentale. Pertanto la scelta scolastica è si in funzione dello specifico indirizzo ma anche dell’apertura culturale nazionale e internazionale che l’Istituto può offrire.

L’Istituto Tecnico Agrario  “Emilio Sereni” di Roma ha sviluppato vari percorsi e progetti per una lettura attuale del cambiamento culturale e professionale che si sta sviluppando nel settore agricolo-rurale.

Ha recentemente offerto la propria struttura per attivare corsi per 50 allievi, in collaborazione con la Provincia di Roma, per sviluppare una specifica modalità di intervento nell’ambito dell’agricoltura sociale per servizi di riabilitazione utilizzando le attività di mediazione con l’asino. Interventi di “educazione e rieducazione” alla relazione, finalizzate a promuovere condizioni di benessere. Un’offerta che può essere un arricchimento curriculare dei suoi allievi ma anche una lettura attenta della vita urbana, delle sue difficoltà relazionali e quindi proporre il valore della ruralità come un servizio socio-sanitario.

L’Istituto è inoltre l’ideatore ed anche realizzatore del progetto “Green Safety: Sicuri in Campo, Sicuri su Strada”. L’iniziativa, in forma sperimentale, è promossa congiuntamente dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali in collaborazione con l’INAIL.

In considerazione del fatto che il settore agricolo insieme a quello edile è uno dei più esposti ad incidenti, soprattutto derivanti dal ribaltamento della trattrice, l’accordo è particolarmente importante perché la sensibilizzazione dei ragazzi è una strategia determinante per recuperare responsabilità e consapevolezza all’uso corretto dei mezzi meccanici. Il progetto mira alla formazione degli studenti delle istituzioni scolastiche ad indirizzo agrario ed è finalizzato alla preparazione alla guida ed all’uso delle macchine agricole o forestali nel contesto rurale e stradale, nonché alla promozione ed alla diffusione della sicurezza sul lavoro nelle attività agricole e forestali.

Il dinamismo culturale della scuola e la sua attenzione alle problematiche ambientali è riscontrabile anche dall’intensa collaborazione con gli Istituti di Ricerca; infatti un’intesa è stata stipulata nel giugno 2011 con il Dipartimento di Scienze degli Alimenti dell’Università degli Studi di Teramo. L’accordo con il Centro di Ricerche e Formazione in Agronomia e Produzioni vegetali coordinato da Michele Pisante è nato per dar vita ad una condivisione di carattere programmatico a sostegno di attività progettuali di comune interesse sulle tematiche proprie dell’Agricoltura per l’Ambiente e per il Territorio Rurale, attraverso azioni comuni, integrate e sinergiche.

La scelta di Istituti Tecnici Agrari orientati didatticamente allo sviluppo sostenibile, ubicati in grandi città, non può che aumentare l’ integrazione  culturale e sociale fra i territori  urbani e rurali.