Strategie per ridurre le spese aziendali

di Redazione PMI.it

scritto il

Alcuni consigli per tagliare i costi aziendali coinvolgendo il proprio team di lavoro senza compromettere lo sviluppo del business.

Trovare nuove strategie per tagliare le spese aziendali è un percorso quasi obbligato in tempo di crisi. Il punto di partenza è la corretta valutazione delle esigenze reali del proprio ufficio, individuando al contrario gli ambiti dove i costi possono essere sfoltiti senza compromettere la qualità del lavoro, il benessere del personale e lo sviluppo del business.

=> Scopri come impostare obiettivi aziendali ambiziosi

Un’ottima strategia per proteggersi contro gli sprechi è fare il bilancio delle spese di cancelleria, tenendo d’occhio l’attività dei dipendenti per eliminare il superfluo.

Anche per quanto i costi fissi relativi ai consumi telefonici e alla navigazione su Internet è preferibile accertarsi delle necessità aziendali effettive: in materia di bollette, ad esempio, è bene monitorare i costi mensili per individuare tempestivamente un repentino aumento della spesa e verificarne la motivazione (solo per fare un esempio, potrebbe capitare che un dipendente utilizza le linee aziendali per motivi personali).

Anche ridurre le spese di pubblicità è una strategia di risparmio da non sottovalutare: esistono, infatti, mezzi di comunicazione meno costosi di altri, e sono sempre più numerose le opportunità che arrivano dal mondo del Web e dei social network.

=> Leggi come creare un business plan con strumenti gratuiti

Non meno utile è coinvolgere i dipendenti domandando dove pensano che le spese potrebbero essere tagliate: dalle risposte e dalle idee del proprio team potrebbero scaturire strategie di risparmio inattese, soprattutto se con la riduzione dei costi si riuscisse a favorire maggiori benefit per il personale.