Perché fa bene passare del tempo con il capo

di Teresa Barone

scritto il

Lavorare a stretto contatto con il capo giova alla motivazione e all?impegno dei dipendenti: ma non più di sei ore a settimana ?

Le ore trascorse fianco a fianco con il capo portano numerosi vantaggi, migliorando la motivazione, potenziando la capacità innovativa e giovando alla qualità del lavoro.

=> Scopri come guadagnarsi la lealtà dei dipendenti

La vicinanza del boss è quindi molto proficua per i dipendenti, come sostiene una nuova ricerca condotta dall’azienda Leadership IQ: la quantità ottimale di tempo da trascorrere in compagnia del boss è pari a  6 ore a settimana, sebbene quasi la metà dei lavoratori intervistati ammetta di frequentare il capo solo non più di tre ore in 5 giorni lavorativi.

Secondo lo studio – basato sulle interviste effettuate a oltre 32mila lavoratori statunitensi e canadesi, tra dirigenti, manager e dipendenti  – il 29% degli impiegati che riescono a passare circa sei ore di tempo vicino al capo si sentono più motivati, mentre il 30% afferma di avvertire un maggiore impegno nei confronti dell’azienda.

Secondo Mark Murphy, fondatore e CEO di Leadership IQ, questa teoria porta non pochi benefici anche ai dirigenti, i quali possono favorire il contatto e la comunicazione con i dipendenti per incentivare le performance degli stessi.

=> Scopri quali sono le abilità dei leader

Ma attenzione. Il medesimo studio rivela che il limite di sei ore settimanali non dovrebbe essere valicato, pena una notevole perdita di produttività, impegno e motivazione da parte dei dipendenti.

I Video di PMI

Legge 104: agevolazioni per disabili e familiari