Lo store del futuro

di Chiara Basciano

scritto il

Omni-canalità, tecnologia in store e app personalizzate per lo shopping del futuro

Lo shopping cambia sempre di più veste, la tecnologia infatti entra nelle maglie del retail e cambia l’esperienza del cliente. Epson, tramite uno studio sullo stato del Retail condotto presso i consumatori di Italia, Gran Bretagna, Germania, Francia e Spagna traccia le nuove linee guida per il Retail.

=> Vai alla formazione per store manager

Secondo quanto richiesto dai clienti i negozi dovrebbero essere sempre più tecnologici mettendo al servizio strumenti per cercare la merce e pagare direttamente con la carta di credito. Ciò che più preme al cliente medio è evitare le code alla casa. Esigenza particolarmente sentita in Italia, dove il 66% del campione si esprime in favore del mobile payment, percentuale che crolla invece in Germania e Regno Unito, arrivando a 30% e 32% a causa dei problemi legati alla sicurezza.

=> Scopri il mobile payment

Oltre alle postazioni self service per ricerche e ordini e i pagamenti rapidi senza coda alle casse il cliente medio italiano esige la presenza di addetti alle vendite competenti. Queste tre caratteristiche marcano la differenza e possono davvero incidere sul business. Basti considerare come il 42% degli intervistati in caso riscontri lunghe file sia disposto a lasciare la merce e ad andare via.

=> Leggi i trend del retail

In generale il 67% del campione europeo ritiene che la tecnologia sia essenziale nei negozi e il 72% si ritiene pronto a gestire un processo d’acquisto più tecnologico. Inoltre l’idea del cliente prevede un tipo di shopping sempre più personalizzato, con app che consentiranno di comparare le caratteristiche e i prezzi dei prodotti presenti in negozio e strumenti per lo store virtuale che permetteranno di vedere come un divano starebbe con il resto degli arredi di casa o come un capo d’abbigliamento si abbina a vestiti già posseduti.