E-commerce: 4 strumenti per aiutarlo

di Chiara Basciano

scritto il

Strumenti utili per rendere l?e-commerce sempre migliore

Nonostante il settore delle vendite on line stia vivendo un momento molto favorevole si possono sempre verificare dei cali di vendite. Per superare il momento di stallo l’esperto di marketing Lucjan Kierczak  consiglia quattro tecniche e i relativi strumenti da utilizzare.

=> Leggi le trappole dell’e-commerce

Prima di tutto uno dei problemi maggiori è l’abbandono del carrello appena riempito. Come se qualcosa non funzionasse proprio all’ultimo momento. Allora per ricordare al cliente che il carrello è pieno e basta procedere all’acquisto si possono utilizzare Picreel, che genera dei pop up nel momento in cui si abbandona il carrello prima dell’acquisto o Upsellit che genera un messaggio di assistenza al cliente utilizzando un sistema di live chat.

Conoscere il parere dei clienti è fondamentale per capire cosa migliorare, tramite sondaggi o richiedendo feedback, si può capire molto del proprio sito. In questo caso possono servire Qualaroo e Survicate, strumenti capaci di analizzare il modo in cui ci si muove sul sito e il volto dell’utente medio.

=> Scopri l’e-commerce manager

Anche monitorare costantemente l’andamento del sito aiuta a sviluppare il commercio. In questo caso ci si può affidare a Pingdom che analizza la performance e la rende nota attraverso grafici e comunica in tempo reale eventuali problemi sul sito. Oppure Site24x7, struemento più complesso, capace di controllare ogni aspetto del sito, compresi i link rotti e l’impatto degli script sulle performance.

=> Vai ai trend dell’e-commerce

Infine il problema della reputazione on line può essere risolto con strumenti di brand monitoring come Mention e Brand24, per reagire in maniera tempestiva sulle opinioni negative diffuse sul web e testimoniare una presenza attiva.

I Video di PMI