Leader sotto stress

di Teresa Barone

scritto il

La capacità di reagire positivamente allo stress rende leader migliori: come?

Imparare a gestire stress e ansia durante i periodi più critici è fondamentale in qualsiasi ambiente di lavoro, soprattutto se si occupa una posizione di responsabilità.

=> Cosa aspettarsi da un buon manager? 

Se è perfettamente normale sentirsi tesi e vulnerabili nei momenti più stressanti, è la capacità di reagire positivamente agli stimoli negativi che rende leader migliori.

Ecco quattro strategie da sfruttare quando ci si sente sotto pressione:

Controllare le emozioni: è il primo passo da compiere per evitare che uno stato d’animo negativo prenda il sopravvento, impedendo di gestire la tensione. Uno step fondamentale se si pensa che l’intera squadra prenderà esempio proprio dal suo leader.

Fermarsi a riflettere: meglio non essere precipitosi e spostare il pensiero razionale verso la pianificazione di una strategia efficace, prendendosi del tempo per valutare pro e contro.

=> Scopri le doti che un capo eccellente deve possedere

Chiedere aiuto: circondarsi di collaboratori e risorse fidate aiuta a superare le criticità al meglio.

Essere disposti a cambiare rotta: la soluzione giusta a un problema potrebbe non essere quella che si aveva in mente inizialmente. Per questo è importante valutare un eventuale “Piano B” da mettere in atto.

 

I Video di PMI

Google Analytics: attenzione alla Frequenza di Rimbalzo!