Come scegliere il giusto CEO per una PMI

di Chiara Basciano

scritto il

Trovare il giusto amministratore delegato non è semplice per le piccole e medie imprese: tra i requisiti, ci vogliono skills di diverso genere.

Nelle realtà di piccole e medie dimensioni la conduzione è spesso famigliare. Se questo da un lato porta a vantaggi derivanti dall’interesse e dalla dedizione personali, dall’altro rischia di non avere a disposizione ai vertici aziendali persone realmente competenti.

Executive Hunters, brand di Hunters Group, analizza la situazione e fornisce alcuni consigli utili per cercare un CEO esterno, capace di guidare l’azienda verso il successo.

=> Prepararsi al ruolo di CEO

Il primo consiglio è cercare una persona che abbia una visione simile del mercato, per poter impostare una strategia condivisa, il secondo è essere chiari sugli obiettivi, in modo da fornire la possibilità di elaborare una strategia di medio e lungo termine, e di permettere al CEO di sapere cosa ci si aspetta da lui. Il terzo consiglio è coinvolgere tutti gli eventuali soci, bisogna che ci sia armonia e individuare un CEO che piaccia a tutti, altrimenti il lavoro verrà ostacolato.

=> I passi falsi di un CEO

Definiti questi primi criteri, di base, la “selezione” deve focalizzare anche su caratteristiche capaci di far decollare l’azienda.
Matteo Columbo, Managing Partner di Executive Hunters, spiega infatti:

Le figure dirigenziali apprezzate dagli imprenditori sono coloro che possono dimostrare un’esperienza consolidata nel settore di riferimento ed una conoscenza delle logiche di business approfondita. Non meno importante, poi, è la capacità di saper internazionalizzare un business ed un brand in modo da portare l’azienda oltre i confini nazionali. Chi vanta un’esperienza manageriale internazionale ha forti plus rispetto ad altri potenziali candidati.