Utenti business, non usate Google Plus

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Google invita gli utenti business a non utilizzare Google+ a scopi commerciali ma di attendere una futura evoluzione del servizio, studiata appositamente per venire incontro alle loro esigenze.

Google invita gli utenti business a non creare profili di tipo commerciale attraverso il nuovo Google Plus ma di attendere pazientemente il rilascio di una nuova versione del servizio, studiata nello specifico per rispondere alle esigenze di vuole utilizzare le funzioni social del motore di ricerca come vetrina per gli affari.

Secondo quanto affermato dal Product Manager di Google Christian Oestlien, sono già numerose le aziende che hanno creato un profilo di tipo commerciale utilizzando un email “consumer” e inserendo nel profilo i dati dell’attività. Si tratta però di una operazione che non solo viola la policy del servizio ma che al momento non permette all’utenza business di utilizzare gli strumenti di cui hanno bisogno.

«Il modo in cui gli utenti comunicano tra loro è differente dal modo in cui comunicano con i grandi marchi», spiega Oestlien; «noi vogliamo creare una esperienza ottimale per entrambi. Abbiamo un ottimo team di tecnici che sta lavorando alacremente affinché Google+ risulti una esperienza ottimale anche per l’utenza business».

La futura edizione di Google+ offrirà infatti elementi indispensabili per il marketing e le campagne pubblicitarie, come ad esempio strumenti evoluti per l’analisi dei dati e la possibilità di creare una connessione con prodotti quali AdWords.

Nei prossimi mesi Google avvierà una prima fase si sperimentazione per testare l’utilizzo di Google+ in ambito business coinvolgendo un ristretto numero di brand. E’ possibile essere inseriti nella lista dei probabili candidati compilando il seguente modulo.