Tratto dallo speciale:

Mobile Marketing: le strategie vincenti

di Noemi Ricci

scritto il

Guida alle strategie di Mobile Mrketing e Advertising che si sono dimostrate più efficaci secondo il "Mobile Benchmark" di DG MediaMind.

Il Mobile si sta diffondendo sempre di più e per chi investe su questo canale, soprattutto dal punto di vista della Pubblicità e del Marketing, è fondamentale individuare formati e strategie di Advertising capaci di restituire i migliori risultati sui device mobili. A dare una risposta ai dubbi degli inserzionisti ci ha pensato la il nuovo “Mobile Benchmark” di DG MediaMind, che offre una panoramica approfondita delle performance e delle caratteristiche delle azioni pubblicitarie che risultano maggiormente vincenti.

Mobile Benchmark

L’analisi è stata effettuata osservando i trend del momento che spingono i consumatori a fare affidamento sulla tecnologia Mobile “per accedere ai mezzi di informazione, per comunicare e per rimanere connessi al resto del mondo” sottolinea  Ricky Liversidge, CMO di DG. obiettivo, dare alle aziende che investono “dati concreti che possano guidare le decisioni in tema di Mobile Marketing per raggiungere il crescente numero di utenti che accedono alla rete in mobilità”.

Settori di mercato

Sono stati presi in esame oltre 1 miliardo di impression relative a oltre un migliaio di campagne Mobile gestite a partire dal 1° gennaio 2013. Considerando i principali settori di mercato del Mobile Marketing, Entertainment e News/Media hanno realizzato il più alto CTR tra i verticali analizzati, registrando rispettivamente un tasso dell’1,10% e dell’1,21%. Gli inserzionisti dell’Entertainment  sono avvantaggiati dalla presenza prolungata nel mercato, caratteristica che rappresenta il KPI più indicativo. A seguire troviamo i settori Consumer Packaged Goods (0.82%), Retail (0.58%) e Ristorazione (0.50%).

Strategie

  • nell’Entertainment è risultato maggiormente efficace l’utilizzo di strumenti come i video e la condivisione sui social network;
  • nel Consumer Packaged Goods, per accrescere il loro più importante KPI, brand awareness e reputazione, sembrano funzionare soprattutto le gallerie fotografiche, la geo-localizzazione e la condivisione sui social;
  • nel Retail si è sfruttato il mobile per favorire le visite presso i punti vendita tradizionali facendo leva su strumenti quali i video, la geo-localizzazione, le previsioni del tempo e le applicazioni da scaricare;
  • gli inserzionisti del mercato automobilistico fanno ricorso principalmente a gallerie di immagini, video e m-site per promuovere un determinato prodotto, uno specifico modello di automobile o un’offerta speciale.

Mobile Video

A livello mobile si sono dimostrati maggiormente efficaci i video start rate rispetto ai banner espandibili: il 3,33% dei video presenti nei polite banner hanno generato interazioni, contro l’1,51% di quelli presenti nel banner espandibili. A vantaggio dei polite rich media banner c’è il fatto che il player del video è immediatamente visibile agli utenti, mentre al contrario i banner espandibili costringono l’utente ad interagire con l’adv prima dell’effettiva visualizzazione del player. Per maggiori informazioni consulta la ricerca.