Osservatorio: New Media e Web Advertising fanno boom

di Redazione PMI.it

scritto il

Cresce il mercato dei nuovi media: Internet e new media digitali stimolano gli investimenti pubblicitari, ancora indietro i fatturati da contenuti premium: rapporto Osservatorio New Tv & Media della SoM PoliMi e Cefriel

I Nuovi Media crescono del 15%, per un giro d’affari di oltre 3.800 milioni di euro. Lo dicono i dati dell’Osservatorio New Tv & Media della School of Management del Politecnico di Milano, presentati ieri a Milano al convegno “New Tv & Media: la crisi accelera la trasformazione”.

La Pubblicità online è la nuova Eldorado di aziende, inserzionisti e operatori marketing.

Tuttavia, deve ancora integrare meglio nei propri modelli di business gli strumenti Web 2.0 (social network, forum, blog, ecc.) e i video UGC, la cui viralità porta con sè un potenziale economico non indifferente.

Anche l’Advertising mobile stenta a decollare, in piena fase di transizione tra uno scenario SMS-centred ad un nuovo ecosistema comunicativo basato sul Mobile Internet.

I media digitali – Web, Mobile e TV digitali – detengono una quota del 29% circa, il 13% in più rispetto al 2008. I Media basati sul Web (introiti da pubblicità e vendite da contenuti premium) crescono invece del 10%.

«La pubblicità sta ripensando se stessa. La crisi ha accentuato un fenomeno già avviato tre anni fa e ci aspetta un mondo di continuo aggiustamento, di ridefinizione continua», ha sintetizzato Umberto Bertelè, Presidente della School of Management del Politecnico di Milano.

Dal rapporto realizzato in collaborazione con Cefriel, si evince che la parte del leone, per quanto concerne il fatturato Internet, la fa la pubblicità (98%), mentre i contenuti (editoriali, video e audio) sono ancora di nicchia. Ma è questione di poco per Andrea Rangone, Responsabile scientifico Osservatorio Tv & New media: «i confini fra le piattaforme sono più sfocati e tutti gli attori partecipano alla grande competizione».

L’indagine a campione sui direttori marketing ha evidenziato che il 28% di questi ha investito in campagne digitali oltre il 10% del budget pubblicitario complessivo; il 22% degli intervistati si è limiato a una fetta del 5-10% e la metà è rimasta cauta, sotto al 5%.
Il boom sarà nel 2010: un responsabile marketing su tre incrementerà gli investimenti di un ulteriore 10%.

I Video di PMI

Perché i dati dei collegamenti LinkedIn vanno scaricati