Search Advertising: Yahoo! riapre a Microsoft e AOL

di Noemi Ricci

scritto il

Alla luce della nuova nomina a Ceo di Yahoo! di Carol Bartz si riaprono le porte per il possibile accordo tra la società e Microsoft, nel quale potrebbe subentrare anche AOL

Sembra non avere mai fine il tira e molla tra Microsoft e Yahoo! che era iniziato circa un anno fa e che sembrava definitivamente abbandonato solo qualche mese fa.

Tuttavia, l’elezione del nuovo CEO in casa Yahoo! sembra aver riaperto le porte ad una possibile intesa con la rivale di sempre.

Forse anche grazie alle doti di mediazione fra lungimiranza affaristica e fiuto tecnologico attribuito al nuovo numero uno della società, il cui compito è ora “cancellare” dissapori e guardare avanti con grinta ma anche con flessibilità.

Secondo alcune fonti, il CEO di Microsoft Steve Ballmer, quello di Yahoo! Carol Bartz e il chairman di Yahoo! Roy J. Bostock si sarebbero incontrati più di una volta nella scorsa settimana, lasciando intendere ad una ripresa delle trattative.

I rumors parlano anche di un possibile accordo a tre, con l’Internet service provider AOL, dato che l’ultimo incontro con Roy J. Bostock sarebbe avvenuto al Time Warner Center.

Per ora non ci sono ne conferme ne smentite ufficiali da parte delle due società. Rimaniamo in attesa.

Di certo, il mercato della pubblicità online è fiorente e, dati alla mano, conferma la pericolosità di Microsoft nell’arena competitiva: solo pochi giorni fa sono stati diramati i dati AdGooroo sul tracciamento dello share dell’advertising sui motori di ricerca, secondo cui la casa di Redmond ha compiuto un balzo in avanti (crescita relativa del 37%) portandosi a quota 15,8% nell’ultimo trimestre 2008 alle spalle di Yahoo! con il 22,1%. Entrambi, però, non possono che guardare ancora da lontano la numero uno Google, a quota 80,3%.