La Business Analytics per il Marketing nelle Pmi

di Redazione PMI.it

scritto il

Gli strumenti di Business Analytics possono essere impiegati con profitto per le attività di Marketing: come e perchè applicarli in relazione allo studio di mercati e canali e alla gestione di clienti e strategie di pianificazione.

Utilizzare soluzioni di Business Analysis consente alle imprese di trasformare i dati in risorse preziose, consentendo ai decisori di fare scelte strategiche tempestive.

Applicarla al Marketing, ad esempio, oggi è fondamentale considerando che il numero di canali d’interazione disponibili è in continua evoluzione e che i clienti risultano sempre più consapevoli nonché, spesso, difficili da raggiungere con la metodologia tradizionale.

Business Analytics per il Marketing

In ambito Marketing, per esempio, è possibile ottenere vantaggi in termini di profittabilità degli investimenti e di incremento sui ricavi, automatizzando l’analisi dei dati sulle attività promozionali sui diversi canali (online, mobile, ecc.).

Mercati

A partire dai dati di mercato e aziendali, uno strumento di business analysis è in grado di determinare numero e tipologia di campagne marketing per le quali si prevede maggiore probabilità di successo per un determinato cliente.

Inoltre, nel corso dell’analisi, si acquisiscono elementi di valutazione e decisione che consentono di ottimizzare la campagna rendendola più efficace e quindi con una maggiore possibilità di ritorno degli investimenti.

Canali

L’analisi si differenzia anche per tipologia di canale di attività promozionale, sopratutto in ambito Internet: Email Marketing, Display Advertising, Search Engine Marketing e Social Media marketing.

Quest’ultimo, in particolare, rappresenta un bacino di utenza estremamente vasto e ormai non più trascurabile, a monte delle opportune valutazioni che, proprio dalla Business Analytics, possono trarre indicatori importanti.

Clienti

Nelle analisi di business, inoltre, i clienti vengono solitamente differenziati per valore, in modo da distribuire le differenti strategie di marketing e il relativo budget in funzione dei cosiddetti clienti “ad alto valore”, perfezionando le campagne in funzione della particolare fase del ciclo di sviluppo del cliente.

Inoltre, i clienti hanno attualmente accesso ad una offerta sempre più vasta e concorrenziale, resa ancor più ampia dal numero dei canali di interazione, ma spesso non riescono a reperire facilmente le informazioni che consentono loro di effettuare una scelta definitiva: proprio in questo contesto tutte le informazioni rese disponibili dagli strumenti di business analytics possono aiutare le imprese a capire come condividere in modo opportuno i dati per influenzare, anche in maniera virale, potenziali clienti sparsi in tutto il mondo.

Pianificazione

Nel panorama odierno, il Chief Marketing Officer (CMO) deve adeguarsi alle nuove strategie aziendali, sempre più legate al cliente piuttosto che al prodotto: in questo senso, gli strumenti di analisi dei dati di business diventano un supporto al processo decisionale, monitorando le performance, ottimizzando gli investimenti, definendo budget ed allineandosi con gli obiettvi strategici dell’impresa. Tutto questo con l’obiettivo finale di incrementare i ricavi.

In conclusione, attraverso la business analytics le imprese possono ottimizzare la customer experience, che rappresenta ad oggi uno dei traguardi più importanti per un’attività di business, perché permette di fidelizzare i propri clienti, gestendo le proprie informazioni di Marketing in modo efficace ed ottenendo dalle proprie campagne un rapido ritorno di investimenti.

 

I Video di PMI

E-shop: come presentare al meglio i prodotti