Influencer: leva strategica per le imprese

di Redazione PMI.it

scritto il

Aumentano gli investimenti delle imprese italiane in influencer marketing per migliorare awareness, notiziabilità e vendite: focus Assolombarda.

Gli investimenti in influencer marketing da parte delle imprese a livello mondiale hanno generato un valore pari a 5,6 miliardi di dollari solo nel 2019, cifra che potrebbe sfiorare i 16 miliardi nel 2020. Focalizzando l’attenzione sull’Italia, gli investimenti sono aumentati del 131% negli ultimi 2 anni secondo quanto riferito dall’Osservatorio Branded Entertainment.

Sono dati presentati nel corso dell’evento “People are Media” promosso dal Gruppo Media, Comunicazione e Spettacolo di Assolombarda: gli influencer rappresentano una vera e propria leva per migliorare il business di un brand e svolgono un ruolo chiave per la comunicazione delle aziende.

=> Influencer marketing per PMI: quanto si spende e si guadagna

Il 64% delle imprese nazionali, ad esempio, ha fatto ricorso ad operazioni di influencer marketing nell’ultimo anno, investendo un budget compreso tra i 10 e i 50 milioni di euro: precisamente, a puntare su queste figure sono l’80% delle multinazionali, il 57% delle PMI e una startup su due.

Ma quali sono le motivazioni che si celano dietro questo interesse? Le aziende hanno come obiettivo quello di migliorare l’awareness del proprio brand (56%), garantire maggiore notiziabilità agli eventi (18%) e aumentare le vendite dei propri prodotti (17%).

A conferma di queste percentuali arrivano i dati sull’interazione effettiva tra gli utenti e gli influencer, basti pensare che nel primo trimestre 2019 sono ben 27 milioni gli italiani che mensilmente commentano e leggono contenuti sponsorizzati.