Tratto dallo speciale:

Consulenza gratuita contro il deficit digitale nelle PMI

di Noemi Ricci

scritto il

PMI poco digitali: un concorso per valorizzare le migliori storie di business ed un tour itinerante per elargire consulenza di esperti e influencer.

Il livello di digitalizzazione di PMI, startup e professionisti italiani ha ancora ampi margini di crescita. Questo il deficit digitale danneggia fortemente le nostre realtà.

A confermarlo, i dati di una indagine di mercato firmata GoDaddy, che sta lanciando in Italia diverse iniziative tra le quali un tour itinerante per aiutare gli imprenditori a creare e migliorare la presenza online, in parallelo ad un concorso che premia le migliori storie di business da valorizzare tramite i piani di comunicazione messi in palio.

Deficit digitale

Il PMI Digital Index elaborato da GoDaddy mostra che il grado di maturità digitale delle aziende che hanno un sito web aziendale è di 54/100: c’è una carenza tra le PMI italiane e vi sono molteplici modi in cui queste imprese possono potenziare la loro reputazione online.

L’indagine ha analizzato i profili di  circa 4.000 PMI per capire cosa migliorare, ad esempio la presenza sui social network ed il posizionamento sui motori di ricerca.

Si pensi, ad esempio, che un’impresa su tre in Italia non aggiorna il sito aziendale, perdendo opportunità di business e crescita. C’è inoltre un consistente 64% di PMI che non ha una pagina Facebook ufficiale ed il 58% non ha una sitemap per l’indicizzazione sui motori di ricerca.

Tra gli altri highlights della ricerca: soltanto una PMI su 10 usa Google Ads, il 66% delle imprese dichiara di non avere un canale social funzionante Le lacune nella gestione della presenza online presenza online e evidenziate dai dati della ricerca possono andare ad impattare negativamente le vendite, la crescita ed il successo delle imprese italiane.

Il tour

GoDaddy – che offre a PMI e imprenditori una suite di strumenti  per far crescere il business online – sta girando per l’Italia con un tour itinerante per portare l’esperienza di esperti e digital influencer (tra cui Salvatore Aranzulla e Rudy Bandiera) ed offrire consulenza digitale gratuita ai proprietari di attività commerciali e imprenditori, spesso carenti di competenze specifiche.

Il GoTour durerà 20 giorni, durante i quali un furgone brandizzato GoDaddy viaggerà per l’Italia per conoscere le storie degli imprenditori e spiegare loro come creare una presenza online con strumenti e soluzioni di facile utilizzo. Le tappe: Genova (7-8 Giugno), Palermo (10-11 Giugno), Napoli (12-13 Giugno), Bari (14-15 Giugno), Roma (17-18 Giugno), Bologna (19 Giugno) e Rimini (22 Giugno).

=> Digital Transformation nelle PMI: focus sulla formazione

Il concorso Vere Imprese

Il concorso indetto da GoDaddy “Vere Imprese“, premia gli imprenditori e i proprietari di attività commerciali italiani con le migliori storie di business. In palio tre piani di comunicazione professionale da 20.000 euro ciascuno, per consolidare il business online. Possono partecipare le piccole e medie imprese, startup e imprenditori che abbiano un dominio registrato con GoDaddy, raccontando la propria storia dalla nascita dell’idea a come si è realizzata e ai progetti futuri.

Le nove storie più votate (tre per ciascuna delle categorie) parteciperanno alla fase finale del concorso Vere Imprese. Sarà possibile votare e farsi votare a partire dal 2 settembre, fino al 4 ottobre 2019. A novembre, durante l’evento appositamente organizzato da GoDaddy a Milano, una giuria tecnica sceglierà la migliore storia di ogni categoria e assegnerà i tre premi finali del valore di 20.000 euro.

Per candidarsi c’è tempo fino al 31 luglio 2019:

  • collegandosi al sito Vereimprese.it;
  • presentandosi in una delle tappe del GoTour.

Per approfondimenti e download del Report visita il pagina del progetto.