Microsoft Windows Mobile Marketplace: quale futuro?

di Filippo Vendrame

scritto il

Con l’enorme successo dell’Application Store, Apple ha saputo creare un nuovo ed interessante modello economico legato alla vendita diretta delle applicazioni direttamente sullo smartphone. Un business model presto replicato da molti produttori di cellulari, tra cui basta citare Nokia con il suo Ovi Store.

Non solo, come noto anche Microsoft ha lanciato il proprio application store, in concomitanza con il lancio del nuovo sistema operativo Windows Mobile 6.5, con l’obiettivo di sfidare Apple con Windows Mobile Marketplace.

Completo e funzionale, offre applicazioni ben recensite, con screenshot allegati e la possibilità  di lasciare commenti e votare la qualità  del software stesso.

Il tutto, unito da un’interfaccia grafica molto gradevole e funzionale, e potremo anche aggiungere, il tutto in stile Apple, visto che a livello di funzioni ed usabilità  il Windows Mobile Marketplace ricalca in tutto per tutto l’application store dell’iPhone.

Il Catalogo permette agli utenti di reperire e acquistare applicazioni, ma fornisce anche agli sviluppatori una buona occasione per incrementare platea e potenziali acquirenti.

Il Marketplace è pensato, in un certo senso, anche per gli operatori, che traggono beneficio economico dalle modalità  di accesso al portale: connettendosi via telefono, infatti, si generano “nuovi flussi di entrata dalle transazioni applicative”, come riferito dalla stessa Microsoft.

Ovviamente, si accede al Microsoft Windows Mobile Marketplace anche via pc, tramite Windows Live ID.

A questo punto la discriminante è una e una sola: la numerosità  ed efficacia delle applicazioni disponibili. Cosa ne pensano gli utenti che l’hanno visitato? Si può parlare di una valida alternativa – di pari passo con il device, ovviamente – all’App Store di Apple?
La parola agli utenti mobili!

[youtube i6Py1ZYyy1s]