Tratto dallo speciale:

Nuove liberalizzazioni: guida in pillole

di Barbara Weisz

scritto il

Prezzi energia, sconti Rc auto, portabilità fondi pensione, compravendite immobiliari non residenziali sotto i 100mila euro non solo dal notaio, scrittura privata per srl semplificata, soci di capitale farmacie: le liberalizzazioni del Ddl Concorrenza.

Prezzi di energia, TLC, gas, riforma RC auto, portabilità fondi pensione, aperture di mercato relative alle pratiche dei notai (fra cui, l’apertura di una srl semplificata), novità per farmacie, ingegneri, avvocati: è ampia e articolata la lenzuolata di liberalizzazioni contenuta nel Ddl, disegno di legge, sulla Concorrenza approvato dal Consiglio dei Ministri dello scorso 20 febbraio. Vediamo nel dettaglio le diverse misure contenute nel provvedimento, che ora deve iniziare l’iter di approvazione in Parlamento.

=> Ddl Concorrenza: liberalizzazioni su pensioni, energia Rc auto, società

Assicurazioni

Le principali novità riguardano la RC auto, e sono due: sconti agli automobilisti che accettano particolari misure di prevenzione, come l’installazione della scatola nera in macchina, e obbligo di indicare i testimoni, in caso di incidente, non oltre il momento della denuncia. Nel dettaglio, ecco quali sono le condizioni in presenza delle quali l’impresa di associrazione riconosce “sconti significativi” al cliente:

  • l’automobilista accetta di sottoporre il veicolo a ispezione;
  • installazione della scatola nera o di equivalente meccanismo che registra l’attività dei veicolo limitatatamente ai requisiti minimi necessari a garantire l’utilizzo dei dati raccolti, in particolare, ai fini tariffari e della determinazione della responsabilità in caso di incidente. Per far scattare operativamente questa misura, è necessario un decreto ministeriale delle Infrastrutture, di concerto con lo Sviluppo Economico, da emanare entro 90 giorni dall’approvazione della legge sulla Concorrenza (che, come detto, deve ancora iniziare l’iter parlamentare);
  • installazione, su proposta dell’assicurazione, di meccanismi elettronici che impediscono l’avvio del motore se il guidatore ha un tasso alcolemico troppo alto;
  • l’assicurato rinuncia alla cedibilità del diritto al risarcimento dei danni senza il consenso dell’assicurazione;
  • l’assicurato accetta, in alternativa al risarcimento per equivalente, di ricevere un risarcimento in forma specifica di danni a cose, in assenza di responsabilità concorsuale, fornendo idonea garanzia sulle riparazioni effettuate, con una validità non inferiore a due anni per tutte le parti non soggette a usura ordinaria;
  • in alternativa al punto precedente, l’assicurato accetta un risarcimento per equivalente pari a quanto previsto da apposita convenzione e, in caso di incidente, fornisce informazioni sul soggetto che procederà alla riparazione e stabilisce un termine massimo per consentire all’impresa di assicurazione di verificare la stima del danno prima che le riparazioni siano effettuate.

L’ammontare degli sconti praticati nel caso in cui si verifichi una delle condizioni appena esposte deve essere scritto nel contratto di assicurazione. Nei casi in cui si prevede l’installazione di scatola nera o altri meccanismi, lo sconto deve essere superiore al costo sostenuto per l’apparecchiatura.

Ci sono poi paletti più stringenti per l’attribuzione delle classi di merito, e la già citata norma per cui i testimoni in caso di incidente devono essere indicati non oltre il momento della denuncia. Se si va in giudizio, il giudice non accetta testimoni che non siano acquisiti con la procedura e i termini previsti. Infine, è prevista una tabella unica nazionale per i danni non patrimoniali per lesioni di non lieve entità, relativi in particolare alle menomazioni psicofisiche comprese fra dieci e cento punto, con l’indicazione del valore economico da attribuire a ciascun punto di invalidità. Questa tabella è predisposta con apposito Dpr, decreto presidente della repubblica. Sono anche previsti critteri stringenti per la valutazione del danno non patrimoniale di lieve entità.

=> RC auto digitali: addio al contrassegno

Fondi pensione

In sostanza, vengono introdotti elementi di flessibilità nell’adesione ai fondi di categoria, viene ampliata la portabilità dei fondi pensione, cioè la possibilità di trafserirsi da una forma previdenziale complementare all’altra, e vengono aumentate le tutele dell’assicurato in caso di cessazione dell’attività lavorativa. Il tutto, introducendo specifiche modifiche al decreto legislativo 252/2005. Nel dettaglio:

  • ai fondi pensione compementari possono aderire in forma collettiva o individuale soggetti aderenti a più tipologie professionali;
  • in caso di cessazione dell’attività lavorativa per un periodo superiore ai 24 mesi, l’assicurato può chiedere la prestazione pensionistica con un anticipo fino a dieci anni rispetto ai requisiti per l’accesso alle prestazioni nel regime obbligatorio di appartenenza;
  • se vengono meno i requisiti di partecipazione per cause diverse da trasferimento ad altra fomra pensionistica, riscatto parziale per disoccupazione, riscatto totale per invalidità, decesso dell’aderente, è previsto il riscatto della posizione applicando una ritenuta a titola di imposta pari al 23%;
  • se l’assicurato esercita il diritto alla portabilità (possibile dopo due anni di adesione), ha diritto al versamento nella forma pensionistica prescelta del TFR (trattamento di fine rapporto) maturando e dell’eventuale contributo a carico del datore di lavoro, senza che su questo’ultimo possano più intervenire condizioni diverse previste dai contratti di lavoro.

=> Fondi pensione: la corretta tassazione

TLC

Le promozioni degli operatori di telefonia e pay TV non possono superare i 24 mesi, e l’eventuale penale prevista in caso di recesso deve essere «equa e proporzionata al valore del contratto e alla durata residua della promozione offerta». Sono semplificate le procedure di migrazione da un operatore all’altro, prevedendo l’identificazione in via indiretta del cliente che consenta il trasferimento di operatore e tutte le operazioni connesse in via telematica.

=> Contratti telefonia: le novità del Ddl Concorrenza

Poste

Eliminata l’esclusiva di Poste Italiane sulla spedizione degli atti giudiziari e sulle notifiche di sanzione della Pubblica Amministrazione.

Energia

Le due liberalizzazioni fondamentali riguardano la soppressione della “tutela”, quindi del meccanismo di prezzi regolati dall’Autorità per l’energia e il gas, per l’energia elettrica di famiglie e PMI e per il gas naturale a uso domestico. Infine, per i carburanti, si vieta alle Regioni di inserire vincoli a carico dei nuovi entranti nel mercato.

=> Bollette elettriche PMI: rispamri per 1,7 mln

Banche

Il costo delle telefonate per i servizi alla clientela delle banche e delle società che emettono carte di credito non può mai superare la tariffa ordinaria urbana. Previsto un sito Internet per dare ai clienti la possibilità di confrontare con facilità le condizioni relative a spese, trasferimento e caratteristiche di base del conto corrente relativamente ai prodotti bancari maggiormente diffusi. La disposizione diventa operativa dopo approvazione di apposito decreto ministeriale dell’Economia, sentita la Banca d’Italia. Infine, nuove regole per incentivare la trasparenza informativa sulle polizze legate ai mutui e ai prestiti.

Avvocati

Il preventivo diventa obbligatorio in ogni caso, quindi non più solo su richiesta del cliente. Apertura ai soci di capitale per l’esercizio della professione in forma societaria, fermo restando il principio della personalità della prestazione professionale.

Notai

Qui le novità in materia di liberalizzazioni sono parecchie, e riguardano sia una maggior concorrenza fra notai sia novità per chi al professionista si deve rivolgere. Quando al primo punto, eliminato il tetto minimo di 50mila euro annui di onorario professionale, il bacino di competenza del singolo professionista è allargato su base regionale (non più quindi il distretto della Corte d’Appello), è eliminato il divito di pubblicità.

Per quanto riguarda invece le novità che riguardano i clienti del notaio, per una serie di operazione che prima richiedevano questo specifico professionista ora ci si può rivolgere anche a un avvocato, o a un commercialista. In particolare, per le compravendite immobiliari non a uso abitativo con valore catastale fino a 100mila euro. Una novità importante per gli imprenditori riguarda l’atto di costituzione di una srl, società a responsabilità limitato, semplificata, che prima doveva necessariamente essere redatto per atto pubblico e con la Riforma può invece essere affidato a scrittura privata. Infine, per una serie di contratti (trasferimento quote srl, costituzione di diritti parziali) è introdotta la possibilità di sottoscrizione digitale.

=> Srl semplificata: costituzione anche con scrittura privata

Ingegneri

È abrogato il divieto, per le società di ingegneria, di accettare commesse da privati.

Farmacisti

Eliminato il tetto di quattro licenze per un singolo farmacista, consentito l’ingresso di soci di capitale. (Fonte: il Ddl Concorrenza)

I Video di PMI

Come aprire una società tra professionisti