Tratto dallo speciale:

Versamenti ISA il 15 settembre: ufficiale la proroga nel Sostegni bis

di Redazione PMI.it

scritto il

Partite IVA che applicano gli ISA, compresi Minimi e Forfettari: ufficiale la proroga al 15 settembre per pagare le imposte senza maggiorazioni.

Ufficiale lo del calendario fiscale per il pagamento delle imposte sui redditi delle Partite IVA che applicano gli ISA (Indici sintetici di affidabilità fiscale): la proroga è stata fissata al 15 settembre ed inserito nel testo della legge di conversione del decreto Sostegni bis (DL 73/2021) approvato in via definitiva in Senato il 22 luglio, che risulta quindi convertito in legge.

La proroga vale anche per chi presenta cause di esclusione dall’applicazione degli ISA, compresi Minimi e Forfetari, nonché per quanti partecipano a società, associazioni e imprese che dichiarano i redditi per trasparenza e svolgono attività soggette agli indici di affidabilità. La platea interessata dalla moratoria pagherà IVA, IRPEF, IRAP e IRES (risultanti dalle dichiarazioni ed in scadenza nel periodo tra il 30 giugno e il 31 agosto), entro metà settembre senza maggiorazione dello 0,40%.

=> Scadenze fiscali: il calendario dopo le proroghe

Altre novità

il Dl 73/2021, nel suo testo finale (atto Senato 2320), risulta molto corposo perchè include molti provvedimenti confluiti dai Dl 89/2021 (Misure urgenti in materia di agricoltura e per il settore ferroviario) e 99/2021 (decreto Lavoro e imprese).

  • Proroga rottamazione e saldo e stralcio: distribuiti in quattro tranche i pagamenti delle rate scadute nel 2020, che non devono più essere interamente saldati entro il 31 luglio, che resta però il termine per la prima rate, con le altre di parti importo che si pagheranno in agosto, settembre e ottobre; il 30 novembre resta la scadenza per pagare le rate 2021.
  • Contributi a fondo perduto estesi alle imprese con ricavi 2019 fino a 15 milioni di euro.
  • Ulteriori ristori a fondo perduto per imprese del wedding.
  • Esonero IMU 2021 per i proprietari con sfratti sospesi dal blocco anti Covid (esenzione saldo di dicembre e rimborso acconto di giugno).