Tratto dallo speciale:

Prestiti garantiti: cambiano interessi e condizioni

di Barbara Weisz

scritto il

Prestiti garantiti con durata decennale, cambia però la copertura e i tassi fino a 30mila euro: le novità del Sostegni bis per la liquidità alle imprese.

Scende la quota di prestito con garanzia dallo Stato sia per i finanziamenti SACE sia per quelli del Fondo PMI ma si allunga a dieci anni l’ammortamento e viene prorogata la moratoria prestiti con una misura calibrata verso il ritorno alla normalità, ossia con la sospensione che riguarda solo la quota capitale. Sono le principali novità per il credito alle imprese contenute nel Decreto Sostegni bis, approvato dal Governo il 20 maggio e in attesa di pubblicazione in Gazzetta ufficiale.

Prestiti garanti: rate in 10 anni

Partiamo dalla proroga dei prestiti garantiti, che potranno dunque essere chiesto anche dopo il 30 giugno e fino dal 31 dicembre 2021, ma con regole diverse dalle precedenti. Si tratta dei finanziamenti coperti da SACE o dal Fondo di Garanzia PMI, introdotti lo scorso anno con il Decreto Liquidità Imprese (dl 23/2020), poi prorogati dalla Legge di Bilancio fino al 30 giugno 2021 ed e ora ulteriormente prorogati per l’intero anno. Le PMI possono accedere ad entrambi i finanziamenti ma, per ottenere i prestiti SACE, devono prima avere interamente utilizzati quelli attivabili con il Fondo PMI.

La durata del prestito SACE è allungata a 10 anni, rispetto agli attuali 6 anni. I prestiti già in corso, possono essere rimodulati su domanda. Regola analoga per i prestiti coperti dal Fondo PMI (articolo 13 dl 23/2020), per i quali dal primo luglio la garanzia scende però dal 90 all’80%, sebbene il limite di queste nuove operazioni sia innalzato a 120 mesi (dagli attuali 72). Quindi, anche qui il finanziamento è allungato a 10 anni. Per i prestiti fino a 30mila euro, attualmente coperti da garanzia al 100%, la garanzia scende al 90% e viene introdotta flessibilità sul tasso di interesse applicabile.

Moratoria finanziamenti

La moratoria prestiti PMI, che consente di sospendere le rate dei finanziamenti è prorogata fino al prossimo 31 dicembre 2021, limitatamente alla quota capitale. Bisogna presentare domanda alla banca entro il prossimo 15 giugno.

Segnaliamo infine che vengono introdotte nuove garanzie sui prestiti per la realizzazione di progetti di ricerca, sviluppo e innovazione e/o di programmi di investimenti, garantiti dal Fondo PMI: portafogli di finanziamenti fino a 500 milioni di euro, garantiti all’80% della tranche junior, durata da sei a 15 anni, ammissione senza la valutazione economico finanziaria.