Tobin Tax dal 2014: UE lancia tassa su operazioni finanziarie

di Redazione PMI.it

scritto il

Accordo UE sulla Tobin Tax: ogni Paese potra ritoccare l'aliquota minima prevista dalla tassazione sulle operazioni finanziarie, che sarà di due tipi.

Tobin Tax dal 2014: dopo aver trovato l’accordo per lanciare un sistema comune di tassazione sulle transazioni finanziarie all’interno dell’UE, Josè Manuel Barroso, presidente della la Commissione Europea ha presentato il nuovo schema all’Europarlamento. Obiettivo, dare un contributo per uscire dalla crisi con uin gettito stimato in 55 mld l’anno.

Di recente la Commissione UE aveva presentato una proposta di direttiva sulla Tobin Tax – il nome deriva dalla proposta presentata nel 1972 dell’economista James Tobin – riferita al bilancio 2014-2020. In molti, tra cui Trichet, avevano però lanciato un avvertimento legato ai possibili effetti collaterali.

Alcuni Paesi Membri avevano manifestato forti resistenze, superate ora con la definizione di sistema comune di tassazione delle operazioni finanziarie, ma basato su un’aliquota minima sulla quale ogni Stato Membro potrà intervenire con ritocchi su base nazionale.

Aliquote Tobin Tax

In più sono previsti due tipi di tassazione (entrambe potranno essere ritoccate dai singoli Paesi):

  1. una per le operazioni tradizionali come bond e azioni, con un probabile tasso dello 0,1%;
  2. l’altra per i prodotti più speculativi e sui derivati, ai quali potrebbe essere applicato un tasso dello 0,05%.

Transazioni tassate con Tobin Tax

Secondo anticipazioni non ufficiali, la Tobin Tax sulle transazioni finanziarie interesseà: strumenti negoziabili nel mercato dei capitali, strumenti del mercato monetario (esclusi quelli di pagamento), unità o azioni di fondi di investimento (anche hedge fund), derivati (anche le transazioni per derivati su materie prime). La tassa viene applicata sia al trasferimento di proprietà sia all’assunzione del rischio.

Transazioni escluse da Tobin Tax

In base alla proposta, dovrebbero essere esenti la maggior parte delle attività finanziarie quotidiane rilevanti per cittadini e imprese (come mutui e assicurazioni). Esentate anche le banche centrali, il fondo di salvataggio UE e le transazioni sulle valute.

L’esclusione dalla Tobin Tax, in sintesi, riguarda le transazioni sul mercato primario e le operazioni legate a contratti di assicurazione, mutui, credito al consumo e servizi di pagamento. Le transazioni sulle valute restano escluse, mentre rientrano nella tassazione gli accordi per derivati su transazioni sulle valute.

Non resta che attendere l’ufficializzazione dei tassi per la Tobin Tax, del metodo di calcolo della tassa, della base su cui applicarla e delle operazioni che effettivamente saranno oggetto di tassazione.