Tratto dallo speciale:

Il 730/2019 precompilato si scarica con il PIN INPS

di Francesca Vinciarelli

scritto il

L'Agenzia delle Entrate e il canale al modello 730/2019 precompilato tramite PIN INPS: le opzioni per download e gestione della dichiarazione dei redditi

Proseguono i lavori per la definizione del modello 730/2019 precompilato, che dalla dichiarazione dei redditi del prossimo anno verrà messo a disposizione dei contribuenti tramite vari canali e potrà essere scaricato anche dal sito INPS, purché in possesso di password e PIN forniti dall’Istituto.

=> PIN INPS: la video guida per la richiesta

INPS o Agenzia Entrate

È questa una delle ultime novità anticipate ai CAF dall’Agenzia delle Entrate, al lavoro su un nuovo canale di accesso al Modello 730 già predisposto con i dati del contribuente noti all’Amministrazione finanziaria. L’accesso diretto del contribuente tramite sito INPS, se confermato, si aggiunge al già ufficiale accesso tramite cassetto fiscale online sul sito dell’Agenzia delle Entrate, al quale ci può accedere direttamente oppure rivolgendosi a intermediari (centri di assistenza fiscale, professionisti abilitati).

=> Dichiarazione precompilata 2015: guida, modello 730 e istruzioni

Delega

In questo ultimo caso, però, bisogna delegare tali figure ad accedere ai propri dati fiscali, procedura non banale e operativamente di una certa difficoltà, tanto che in alcuni CAF si sta ragionando sull’ipotesi di non gestire la dichiarazione dei redditi precompilata tramite 730/2019 per i contribuenti che non si siano già rivolti a loro nel corso del 2014. Per garantire a tutti i cittadini pari supporto, tuttavia, in questo caso i centri di assistenza fiscale si sono detti disponibili a studiare con l’Agenzia delle Entrate delle modalità alternative, ma siamo ancora nel campo delle speculazioni. Certo è che se si doveva semplificare, come sempre in Italia non sembra che le cose stiano prendendo il verso giusto.

Regole 2019

Il 2019 sarà dunque un difficile anno di transizione verso la dichiarazione dei redditi precompilata, tanto che sarà ancora possibile procedere con la solita modalità cartacea visto che quella telematica sarà, almeno per il prossimo anno, ancora opzionale. Nella migliore delle ipotesi – ossia se tutto “filerà liscio” – basterà recarsi presso un CAF, affidarli una delega firmata e autorizzarlo ad accedere ai propri dati fiscali così da scaricare il modello 730 elaborato direttamente dall’Agenzia delle Entrate sulla base dei dati in proprio possesso e da lì, eventualmente, integrarlo con le detrazioni (operazione necessaria nel 70% dei casi). 

=> 730 precompilato: online il modello 2019 da integrare

Attenzione: CAF e professionisti potranno ricevere da parte dei contribuenti sia la delega per il solo download della dichiarazione precompilata che per l’intera gestione della dichiarazione. In quest’ultimo caso, gli intermediari saranno tenuti alla conservazione della documentazione.