Sgravi contributivi II livello: ecco come chiederli

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Contrattazione II livello e sgravi contributivi: le istruzioni operative INPS per i datori di lavoro.

Con il Messaggio n. 7978/2014 l’INPS rende note le istruzioni operative per l’ottenimento dello sgravio contributivo per l’incentivazione della contrattazione di 2° livello per l’anno 2013, in attuazione del Decreto interministeriale 14 febbraio 2014, essendo terminata la procedura di acquisizione e trasmissione delle domande relative al beneficio.

=> Contrattazione II livello: al via gli sgravi contributivi 2013

Scadenza

Le imprese hanno tempo fino al 16 gennaio 2015 per usufruire dello sgravio contributivo per l’incentivazione della contrattazione di secondo livello che però, lo ricordiamo, è subordinato alle norme in materia di regolarità contributiva e di rispetto della parte economica degli accordi e contratti collettivi.

Nuovi codici causale

Tra le novità l’introduzione per i datori di lavoro non agricoli dei nuovi codici causale, differenti in ragione della tipologia contrattuale (aziendale/territoriale):

  • L924, sgravio aziendale c/ditta;
  • L925, sgravio aziendale c/dipendente;
  • L926, sgravio territoriale c/ditta;
  • L927, sgravio territoriale c/dipendente.

=> Sgravi contratti II° livello: istruzioni operative

Flusso UniEmens

Le operazioni di conguaglio dovranno essere effettuate entro la scadenza mediante il flusso UniEmens di competenza del mese di dicembre 2014. In sostanza le imprese beneficiarie devono individuare l’esatto ammontare del premio (nei limiti delle somme autorizzate) e recuperarlo inserendolo nel flusso UniEmens utilizzando i nuovi codici predisposti dall’Istituto. Andranno inoltre valorizzati gli elementi “Denuncia Aziendale”, “AltrePartiteACredito”, “CausaleACredito”, del flusso UniEmens.

Imprese cessate

Possono fruire dello sgravio anche le imprese che nel frattempo hanno cessato l’attività: in questo caso, però, le aziende dovranno avvalersi della procedura delle regolarizzazioni contributive (UniEmens/Vig).

Somme in eccedenza

Per quanto riguarda la restituzione di eventuali somme fruite in eccedenza rispetto alle quote di beneficio spettanti, le aziende potranno utilizzare il previsto codice causale “M964” che ha il significato di “restituzione sgravio contrattazione secondo livello”, valorizzando l’Elemento “Denuncia Aziendale”, “AltrePartiteADebito”, “CausaleADebito”, del flusso UniEmens. Da precisare che lo sgravio sugli importi previsti dalla contrattazione non può superare il 2,25% della retribuzione annuale del lavoratore.

Per maggiori informazioni consultare il Messaggio INPS n.7978/2014.

I Video di PMI

Calcolo ISEE: simulatore INPS online