F24: vademecum e nuovi codici

di Noemi Ricci

scritto il

Pubblicati dall'Agenzia delle Entrate le istruzioni e i nuovi codici relativi al modello F24, per versare i contributi per il finanziamento degli Enti bilaterali

Con e risoluzioni 95/E, 96/E, 97/E, 98/E, 99/E, 100/E e 101/E l’Agenzia delle Entrate ha fornito il vademecum e i codici per compilare il modello F24 enti pubblici, la delega di pagamento che enti e amministrazioni devono utilizzare per versare anche i contributi previdenziali e pensionistici dovuti all’Inps e all’Inpdap, oltre ai premi per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali a favore dell’Inail.

Tra le novità, l’introduzione di tre nuove causali contributo che i datori di lavoro dovranno utilizzare nella compilazione del modello F24 per versare i contributi per il finanziamento degli Enti bilaterali.

Si tratta in particolare della causale EST1 (risoluzione 95/E), per dirottare i contributi verso l’Ente bilaterale di assistenza sanitaria integrativa; di CIFE (risoluzione 99/E) per i versamenti a favore dell’Ente bilaterale nazionale Settore privato e EBUC (risoluzione 100/E)per rifornire l’Ente bilaterale Unci Confsal.

Le tre causali dovranno essere inserite nel campo “causale contributo” in corrispondenza degli “importi a debito versati”, nella sezione “Inps” insieme al codice della sede Inps competente, la matricola Inps dell’azienda e il mese e l’anno di riferimento delle somme versate.

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate è possibile scaricare il software e la nuova modulistica approvata il 3 giugno scorso con un provvedimento del direttore delle Entrate. Le nuove modalità di versamento, con i relativi codici, saranno attive dal 2 novembre. Per i tributi erariali gestiti dall’Agenzia fino al 31 dicembre 2010 è ancora possibile continuare usare il vecchio sistema, essendo previsto un periodo transitorio.