Cartelle di pagamento: nuovi interessi di mora da maggio 2014

di Noemi Ricci

scritto il

Il provvedimento dell'Agenzia delle Entrate che aggiorna gli interessi di mora che scatteranno da maggio 2014 per le cartelle di pagamento saldate in ritardo.

Aggiornati interessi di mora, che scatteranno da maggio 2014, per le cartelle di pagamento saldate in ritardo, ovvero per le somme iscritte a ruolo e versate dopo i sessanta giorni dalla data della notifica. Gli interessi di mora stabiliti per il calcolo dei maggiori importi sono stati fissati con provvedimento dell’Agenzia delle Entrate al 5,14% su base annua.

=> Cartelle di pagamento: nuovo modello di reclamo

Si tratta quindi di un tasso inferiore rispetto al precedente 5,2233%, che rimarrà in vigore fino alla fine di aprile, dopo di che dal 1° maggio scatterà il nuovo saggio. Il tasso di interessi è stato calcolato sulla base della media dei tassi bancari attivi, indicata dalla Banca d’Italia con riferimento al periodo dal 1° gennaio al 31 dicembre 2013. Ricordiamo che la mora si applica a partire dalla data della notifica della cartella fino alla data del pagamento e che la rideterminazione del tasso da adottare viene effettuata annualmente, così come previsto dall’articolo 30 del Dpr n. 602/1973.

=> Cartelle Equitalia: da sospensione a compensazione

Gli interessi vanno calcolati sulle sole somme iscritte a ruolo, escluse le sanzioni pecuniarie e gli interessi. Per maggiori informazioni consulta il provvedimento direttoriale del 10 aprile.

I Video di PMI