Aziende agricole: nuovi incentivi fiscali

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Tassazione agevolata sui prodotti agricoli, con un ampliamento sostanziale dell'elenco fino ad oggi in vigore: le novità fiscali premiano la produzione agricola, l'allevamento e il settore ittico

Un nuovo decreto del Ministero dell’Economia e Finanze del 5 agosto, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 212 del 10 settembre, ha introdotto importanti aggiornamenti all’elenco dei prodotti facenti capo alla produzione di aziende agricole con tassazione agevolata.

Il provvedimento, a seguito le disposizioni dell’articolo 32 del Testo Unico delle imposte sui redditi, prevede un ampliamento significativo a favore di una consistente serie di prodotti agricoli.

Tra le attività produttive soggette ad agevolazione fiscale ora compaiono anche: manipolazione, trasformazione e conservazione di farina o sfarinati di legumi da granella secchi, radici o tuberi, frutta in guscio commestibile, prodotti di panetteria freschi, grappa, malto e birra.

Tutti prodotti che vengono ottenuti prevalentemente dalla coltivazione agricola e da attività di allevamento di animali.

Il decreto 2010, la cui decorrenza è dal periodo di imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2009, prevede anche novità per il comparto ittico e in particolare a pesce, crostacei e molluschi. Si aggiunge infatti la voce produzione, incrementando notevolmente il numero di aziende capaci di beneficiare delle agevolazioni fiscali.

L’aggiornamento periodico dell’elenco è una attività prevista dalla norma, da realizzare di concerto con le indicazioni del Ministro delle Politiche agricole e forestali. La nuova tabella va quindi a sostituire l’ultima in vigore, precedentemente approvata con decreto MEF del 26 ottobre 2007.