TARES, DEF: chiarimenti su maggiorazione standard e rate

di Francesca Vinciarelli

scritto il

I nuovi chiarimenti del Dipartimento delle Finanze in merito alle modalità di riscossione della TARES e della "maggiorazione standard" dopo l'approvazione del Decreto IMU.

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha fornito con la risoluzione n.9/DF importanti chiarimenti riguardo alle modalità di riscossione della TARES e della “maggiorazione standard“, rispondendo ai dubbi sorti in seguito all’approvazione del Decreto IMU (decreto legge n. 102/2013), il quale stabilisce all’articolo 5, comma 4 che “Il Comune predispone e invia ai contribuenti il modello di pagamento dell’ultima rata del tributo sulla base delle disposizioni regolamentari e tariffarie di cui ai commi precedenti”. In particolare il Ministero chiarisce che solo per quest’anno i Comuni possono fissare le date di versamento del tributo comunale sui rifiuti e sui servizi anche nel 2014, al contrario la “maggiorazione standard” deve essere versata entro il 16 dicembre 2013: leggi le scadenze e le rate TARES nei Comuni.

Rate TARES

L’ente locale, spiega la risoluzione del Dipartimento delle Finanze, ha la possibilità di fissare nel corso dell’anno 2014 la scadenza per il pagamento di una o più rate TARES dovute e accertate contabilmente per l’anno 2013. A giustificare tale posticipazione è l’art. 5 del D. L. n. 102 del 2013, che ai commi da 1 a 3 “riconosce al Comune la possibilità di approvare il regolamento di disciplina del tributo anche secondo principi diversi da quelli previsti dall’art. 14 del D.L. n. 201 del 2011”, in più “tale facoltà può essere esercitata dall’ente locale entro i l termine previsto per l a deliberazione del bilancio annuale di previsione 2013, che il comma 1 dell’art. 8 dello stesso D. L. n. 102 del 2013 ha differito al 30 novembre 2013”. => Leggi la proposta per la TARES: più inquini più paghi

Maggiorazione

Diversa la situazione per la maggiorazione standard pari a 0,30 euro per metro quadrato, che limitatamente al 2013 viene riservata allo Stato e deve essere versata in unica soluzione, poiché all’Erario deve essere assicurato entro l’anno in corso il gettito previsto dall’articolo 14, comma 13, del D. L. n. 201 del 2011. Di qui l’obbligo di versare la maggiorazione standard entro il 16 dicembre 2013. Tares 2013 => come si pagano acconto e maggiorazione

Per ulteriori informazioni consultare la Risoluzione 9/DF/2013