Bonus Ricerca, un diritto maturato anche post-click day

di Noemi Ricci

scritto il

Le imprese conservano il diritto al credito d'imposta per attività di Ricerca e Sviluppo come previsto dal Bonus Ricerca, anche se non hanno ricevuto il nulla osta: sentenza della Ctp di Pescara

Il Bonus Ricerca è un diritto acquisito per le imprese: anche con il diniego slitta la fruizione, l’accesso al credito d’imposta rimane garantito. Lo dice la sentenza n.57/4/2010 della IV Sezione della Commissione Tributaria provinciale di Pescara, che si è espressa in favore delle imprese che hanno fatto ricorso contro il Fisco, perchè rimaste fuori dalla gara telematica per il bonus per gli investimenti R&S, avvenuta nel famigerato click day.

Dunque, il rifiuto di nulla osta, successivo all’invio del formulario, riguarda solo la fruibilità: chi ha maturato il diritto all’assegnazione del credito d’imposta lo conserva.

La motivazione è che la tanto contestata procedura portava al riconoscimento del bonus in relazione all’ordine cronologico di invio della domanda, ma chi non ha ricevuto il nulla osta dall’Agenzia solo per mancanza dei fondi stanziati non perde il diritto soggettivo a fruire del contributo.

Rimane però da stabilire quando e come le imprese potranno esercitare tale diritto e ricevere il credito d’imposta.

I Video di PMI