Tratto dallo speciale:

UNICO 2013 per autonomi e ditte individuali

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Guida alla compilazione del Modello 'UNICO 2013 per lavoratori autonomi e imprenditori individuali, in vista della prossima dichiarazione dei redditi.

Si avvicina l’appuntamento con la dichiarazione dei redditi relativa all’anno d’imposta 2012, che per autonomi e ditte individuali significa dover compilare il modello UNICO 2013.

=>Scarica il Modello Unico 2013

Autonomi

Il quadro E del modello UNICO 2013 è dedicato ai lavoratori autonomi, i quali dovranno dichiarare quanto incassato durante l’anno, oltre ai costi sostenuti che possono essere dedotti dall’IRPEF.

=>Come scaricare le spese di lavoro in regime dei Minimi

Per i lavoratori autonomi vale il principio di cassa secondo il quale i ricavi vengono tassati al momento dell’incasso ed i costi dedotti nel momento in cui vengono pagati. L’IRPEF andrà pagata al netto delle ritenute subite durante l’anno, dichiarate nelle fatture consegnate ai clienti.

Ditte individuali

Alle ditte individuali è invece dedicato il quadro F del modello UNICO se in contabilità ordinaria (leggi di più), oppure il quadro G se è in contabilità semplificata (vedi obblighi e vantaggi).

Gli imprenditori individuali dovranno dichiarare il reddito d’impresa, calcolato come differenza tra ricavi e costi di competenza. In questo caso non si applica il principio di cassa, ma i ricavi vengono tassati quando sono fatturati (in questo caso le fatture non indicano espressamente la ritenuta d’acconto applicata), indipendentemente dal momento in cui vengono incassate le somme. Allo stesso modo i costi correlati ai ricavi dello stesso anno, possono essere portati in deduzione, anche se non sono stati pagati.

Modello UNICO 2013

Sia che si tratti di ditta individuale che di lavoratore autonomo, il modello UNICO 2013 deve essere completato anche nei quadri A e B, se in possesso redditi da fabbricati e da terreni.

Nel quadro N andrà riportata l’imposta lorda, mentre nel quadro P i costi deducibili, da sottrarre al reddito per il calcolo dell’IRPEF lorda, e di quelli detraibili, da sottrarre all’imposta lorda per il calcolo dell’effettiva imposta da pagare. Ogni spesa sostenuta deve essere documentata allegando prova del pagamento effettuato.

=> Leggi quali sono le spese detraibili e deducibili

Eventuali compensi per collaborazioni occasionali, provvigioni occasionali o diritti di autore ricevuti durante il 2012 vanno riportati nel quadro L del modello UNICO.

Mentre investimenti all’estero, trasferimenti di denaro superiori ai 10 mila euro da e verso l’estero devono essere indicati nel quadro W della dichiarazione.