Tratto dallo speciale:

IVA: la nuova dichiarazione d’intento

di Noemi Ricci

scritto il

Online il nuovo modello per la dichiarazione d'intento per l'acquisto o l'importazione di beni e servizi senza IVA da parte degli esportatori abituali.

L’Agenzia delle Entrate ha reso disponibile la nuova versione della dichiarazione d’intento che gli esportatori abituali devono presentare per l’acquisto o l’importazione di beni e servizi senza applicazione dell’IVA, approvata con provvedimento n. 213221/2016 direttoriale insieme alle relative istruzioni e le specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati. Ricordiamo che la dichiarazione di intento è il documento con il quale l’esportatore attesta, sotto la propria responsabilità, di avere i requisiti di legge per essere definito abituale e manifesta al proprio fornitore la volontà di acquistare beni e servizi senza il pagamento dell’IVA.

=> Brexit: cambiano IVA e rimborsi

Il nuovo modello sostituisce quello approvato con il provvedimento del 12 dicembre 2014 e modificato con provvedimento dell’11 febbraio 2015 e può essere presentato in via telematica all’Agenzia da parte degli esportatori abituali che intendono acquistare o importare senza applicazione dell’IVA, utilizzando il software “Dichiarazione d’intento” disponibile gratuitamente sul sito internet delle Entrate. È possibile presentare la dichiarazione direttamente, da parte dei soggetti abilitati a Entratel o Fisconline, o tramite i soggetti incaricati.

La dichiarazione, unitamente alla ricevuta di presentazione rilasciata dall’Agenzia delle Entrate, va poi consegnata al fornitore o prestatore, oppure in dogana (Dlgs 175/2014). Il nuovo modello può essere utilizzato per le dichiarazioni d’intento relative alle operazioni di acquisto da effettuare a partire dal 1° marzo 2017.

.