TARI, più pertinenze e posti auto

Risposta di

Redazione PMI.it

scritto il

Alberto chiede

Sono proprietario di un appartamento (cat A7) con posto auto coperto (cat C6). Nel calcolo TARI il Comune ha correttamente applicato la quota variabile solo all’appartamento. Mia moglie è proprietaria nello stesso immobile di un appartamento affittato (in cui l’inquilino paga la TARI) nonché di un posto auto coperto (cat C6) che usa personalmente: nel calcolo TARI del posto auto, il Comune ha applicato sia la quota fissa sia quella variabile: è giusto visto che mia moglie, parte del mio nucleo familiare, ha già pagato la parte variabile?

Redazione PMI.it risponde

La TARI si paga in relazione all’immobile e non all’intestatario, quindi il fatto che sua moglie paghi o meno la tassa sui rifiuti per un altro appartamento non è rilevante. Però, la parte variabile va comunque calcolata una sola volta e applicata all’appartamento.

Quindi, anche sull’immobile che avete dato in affitto, la parte variabile va calcolata esclusivamente in relazione all’appartamento e non anche al box.

=> TARI sul garage: esenzione e rimborso

Se il Comune l’ha applicata due volte, sia all’appartamento sul quale la tassa rifiuti viene pagata dall’inquilino, sia alla relativa pertinenza, ha interpretato scorrettamente la legge. La norma di riferimento è l’articolo 1, comma 651, della legge 147/2013. Sul corretto calcolo da applicare alla parte variabile è intervenuta la circolare del ministero dell’Economia dello 20 novembre 2017, stabilendo che:

la quota variabile è costituita da un valore assoluto, vale a dire da un importo rapportato al numero degli occupanti che non va moltiplicato per i metri quadrati dell’utenza e va sommato come tale alla parte fissa.

=> Calcolo e rimborso TARI: istruzioni MEF

Traduzione: la parte variabile va sommata alla quota fissa relativa all’immobile principale, non anche alle pertinenze.

Esempio di calcolo: appartamento di 80 mq, con un box di 20 mq. Ipotizziamo che la tariffa per il calcolo della parte fissa della TARI determinata dal Comune sia pari a 1,10 mentre la parte variabile sia pari a 163,27 euro. La quota fissa si ottiene moltiplicando 1,10 per 100 mq (la somma delle metrature dell’appartamento e del box). Risultato 110 euro. La parte variabile si somma una volta sola: la TARI totale sarà pari a 110 + 163,27, quindi a 273,27 euro.